breaking news

SENZA SINDACO E SENZA PACE

SENZA SINDACO E SENZA PACE
Politica
0

Riceviamo e pubblichiamo la nota pervenuta in redazione dall’associazione Amo Melilli:  “Quali sono le condizioni necessarie per l’accesso al potere e per il suo esercizio?

C’è un modello ideale intellegibile, ma questo si trova esposto alla natura instabile delle vicende umane e della storia o, in altre parole, alla caratteristica deficienza ontologica del mondo sensibile, irrimediabilmente vincolato al divenire in opposizione all’eterna stabilità.

Un vero VICESINDACO e/o sindaco reggente è quello che si fonda sull’appoggio del suo popolo, se questo non esiste, il potere cadrà ben presto, e questo appoggio si può acquisire solo attraverso la conta delle preferenze. Essere stato votato, non basta! Bisogna poi guadagnarsi il rispetto e la stima di tutta la comunità!

Un sindaco votato e poi condannato dalla giustizia e sospeso dall’incarico viene sostituito da un vicesindaco da Lui nominato?

Il punto di partenza, cara cittadina Arcangela Palmeri, è la constatazione che MELILLI è “MALATA” e che occorre pertanto studiare le cause e il decorso di questa malattia per poterla curare. L’imputato principale è certamente il regime culturale che affonda le radici in una etica politica basata sulla ricerca del bene personale e non sul bene comune.

Si ricorda, cara Arcangela Palmeri, quando sui manifesti si diceva che Amo Melilli raccontava idiozie e che i suoi rappresentanti dovevano essere denunciati alla magistratura perché si opponevano alla privatizzazione dell’acqua?

Si ricorda, cara Arcangela Palmeri, quando in manifestazioni pubbliche, alcuni uomini illustri della politica LOCALE ci chiamavano TERRORISTI e noi abbiamo sempre risposto: “Amo Melilli reputa di dover supplire a quanto non viene fatto dalle istituzioni per contrastare le informazioni inesatte e ambigue se non mendaci che riguardano le discariche, i termovalorizzatori, e gli industriali sporcaccioni”?

Oggi, l’acqua dono di Dio, a Melilli è PUBBLICA; non è diventata mercimonio dei privati e dei suoi amici che parassitariamente e vigliaccamente si vantano di essere i difensori dell’acqua pubblica. I Termovalorizzatori e i Rigassificatori non sono stati costruiti.

Sulle discariche e sugli industriali sporcaccioni non siamo ancora riusciti a smascherarVI perché non siamo riusciti a VERIFICARE da dove proviene la Vostra FORZA. Restiamo speranzosi nell’opera della Magistratura.

Se oggi Lei sui comunicati stampa pensa che “l’ Associazioni Amo Melilli rappresenta il clima di far west in cui vuole fare precipitare la macchina amministrativa Melillese” non può non rappresentare altro che la continuità di una cultura che in Lei si invera.

Noi di “Amo Melilli” continuiamo a far crescere il “comune sentire” sui veri valori della vita: Legalità, Diritti, Lavoro.

La luce di “Amo Melilli” tende alla VERITA’ non al potere multiforme e trasformista di un certo tipo di politica; L’obiettivo di “Amo Melilli” è La GIUSTIZIA; La forza propulsiva è l’AMORE per questa terra e per questa comunità MARTORIATA, AMMALATA, DISOCCUPATA E POVERA.

Per concludere, cara cittadina Arcangela Palmeri, se vuole sapere la verità su cosa è “Amo Melilli”, si colleghi con un qualsiasi motore di ricerca: ci troverà in rete e ci vedrà forti, perchè non siamo soli, siamo in rete con tutti i movimenti della Sicilia e d’Italia, siamo in rete con la rete dei Sindaci e delle Istituzioni che sono contrari al malaffare e sono convinti che “come nulla si crea e nulla si distrugge”, niente succede per caso. Il futuro è nostro e noi dobbiamo progettarlo, se non facciamo questo, lo faranno gli altri: lo faranno i ladroni la mafia e gli imbecilli!!!”

 

Visualizzazioni: 335

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com