breaking news

SBARCA HAVEN HARBOUR

12 marzo 2014 | by Rosa Tomarchio
SBARCA HAVEN HARBOUR
Cronaca
0

Contrastare il fenomeno della tratta degli esseri umani giunti in Italia e destinati allo sfruttamento sessuale, così come a quello lavorativo, favorendo il dialogo tra le associazioni e i soggetti che lavorano nei porti, per far comprendere all’intero territorio quale sia la portata di questo dramma che, nel solo2010, haprodotto 9.528 vittime, di cui 2.381 nel nostro Paese, e trovare una strategia comune. Nasce così “Haven in Harbour”, un progetto pilota partito dal porto di Genova per approdare anche nelle grandi città portuali di Trieste, Bari e Siracusa. Finanziato dalla Commissione Europea, è gestito da una partnership composta dal Consorzio Sociale Agorà di Genova quale capofila, dal Consorzio Nazionale Idee in Rete, dalla Federazione Nazionale Stella Maris e dal Centro Studi MEDI’. Ha una durata di 18 mesi (da Giugno 2013 a Novembre 2014) è metterà a confronto operatori sociali, operatori portuali, rappresentanti di istituzioni ed enti locali che, direttamente o indirettamente, entrano in contatto con le categorie “vulnerabili” di migranti, potenziali vittime di tratta ai fini della loro riduzione in schiavitù. A Siracusa il progetto è coordinato dall’Associazione Stella Maris di Siracusa, con il capitano Rosario Reale, e dal Consorzio Mediterraneo Solidale con il sociologo dottor Sebastiano Scaglione.

“Haven in Harbour” verrà presentato GIOVEDI 13 MARZO A SIRACUSA, con inizio alle ore 9.00 Sala Conferenze dell’Area Marina Protetta del Plemmirio, via G. Abela.

Questo il programma:

ore 09.00 – registrazione partecipanti;

ore 09.30 – introduzione, del Dott. Sebastiano Romano Presidente Area Marina Protetta;

ore 09.45 – indirizzo di saluto delle Autorità;

ore 10.30 – presentazione del progetto: Francesca Martini (Consorzio Agorà); Andrea

Torre (Centro Studi Medì);

ore 12.30 – dibattito;

ore 13.00 – chiusura lavori;

ore 13 – 14 iscrizioni Corsi.

In occasione della presentazione sarà possibile iscriversi ai due percorsi formativi che verranno realizzati a Siracusa dal prossimo mese di Aprile nei locali del Comando della sezione staccata delle Capitaneria di Porto di Siracusa sita in Contrada Targia – Porto Rifugio di Santa Panagia:

– “Vittime di tratta e richiedenti asilo: sistemi di protezione e necessità di

coordinamento”;

– “Porti Italiani e riconoscimento del diritto all’accoglienza”.

 

Visualizzazioni: 40

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com