breaking news

EDILIZIA SCOLASTICA, SIRACUSA E’ FUORI

18 marzo 2014 | by Rosa Tomarchio
EDILIZIA SCOLASTICA, SIRACUSA E’ FUORI
Politica
0

Evidentemente la ricetta Renzi non ha funzionato in fatto di edilizia scolastica. Chissà come commenterebbe il Premier la notizia sulla esclusione di Siracusa, incredibilmente, tenuta fuori dalla graduatoria siciliana per quanto riguarda i finanziamenti statali destinati agli interventi nelle scuole. La denuncia è di Enzo Vinciullo, deputato regionale del nuovo centro destra, che commenta cosi il provvedimento “iniquo, ingiusto e irresponsabile, ancora una volta il Governo Regionale, nel settore dell’edilizia scolastica, ha mortificato la scuola siracusana e gli studenti e le studentesse della nostra provincia”. Lo dichiara Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente Vicario della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS. Dopo che, con D.D.G. n. 4500 del 15.10.2013, sono stati assegnati alle scuole siciliane 16.000.000€ di fondi statali, cioè appartenenti a tutti i siciliani, e di questi nemmeno un centesimo è stato destinato alla provincia di Siracusa, anzi, vergognosamente, l’unica provincia esclusa è stata la provincia di Siracusa, con la nuova assegnazione di somme ci saremmo aspettati , così come peraltro garantito, una distribuzione equilibrata delle risorse che tenesse conto dello scippo subito precedentemente. Invece, ha continuato l’On. Vinciullo, con D.D.G. n. 791 del 5 marzo 2014, alla provincia di Siracusa, anziché essere assegnati oltre 3.500.000€, nel rapporto corretto fra finanziamento globale e numero di cittadini, sono stati assegnati solo 750.000€, mortificando, ancora una volta, e, ripeto, nonostante le assicurazioni, gli studenti e le studentesse della nostra provincia. Per fare un esempio, in modo da capire l’iniquità del provvedimento, in provincia di Agrigento, che ha una popolazione di poco superiore alla provincia di Siracusa, sono stati finanziati 9 progetti e perfino Ragusa, Enna e Caltanissetta, che hanno una popolazione di molto inferiore alla nostra, hanno avuto finanziati rispettivamente 3, 2 e 5 progetti. Non occorre fare eccessiva polemica per notare questa insopportabile suddivisione soprattutto se rapportata a Caltanissetta, nella cui provincia, mi pare di ricordare, vi è anche la città di Gela. Arrivato a questo punto, ha proseguito l’On. Vinciullo, non mi resta che chiedere le dimissioni dell’Assessore la quale, ancora una volta, ha dimostrato di non tenere nella giusta e dovuta considerazione la terra di cui io sono il rappresentante della popolazione. Se non lo facessi verrei meno al mio ruolo e mi renderei complice di un atto, oggettivamente grave, di cattiva amministrazione e di insopportabile disparità di trattamento. Ho già depositato, ha concluso l’On. Vinciullo, la relativa interrogazione parlamentare, che accludo alla presente, in modo che tutti sappiano che non sono disposto a fare calpestare ulteriormente la mia provincia”.

 

Visualizzazioni: 196

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com