breaking news

IN CARCERE SI FA CULTURA E SPORT

27 marzo 2014 | by Rosa Tomarchio
IN CARCERE SI FA CULTURA E SPORT
Cronaca
0

L’emozione alla fine ha avuto il sopravvento. E non poteva essere diversamente. Scene da Libro Cuore ieri pomeriggio all’impact Hub Sicilia Ortigia di via Mirabella dove si è svolta una small talk su carcere-arte-impresa-inclusione sociale nelle carceri di Augusta e Siracusa. Nella sala gremita di spettatori, è andata in direta “l’arte fatta in carcere” con l’intervento di tre solisti della Brucoli Swing Brother’s Band accompagnati dal brillante direttore di coro Maria Grazia Morello. Non sono mancate le testimonianze dei diretti interessati cosi come degli operatori culturali che prestano volontariato, e dello stesso direttore della casa circondariale di Brucoli, Antonio Gelardi che ha raccontato la propria esperienza in una realtà abbastanza difficile e delicata dove a regnare è il concetto di sovraffollamento. Non solo canto, ma anche informatica, artigianato, teatro, pittura e mestieri per far si che un domani questi soggetti “svantaggiati” possano rientrare i piena regola a far parte della società civile. Momenti di commozione quando i tre ragazzi hanno omaggiato il pubblico con dei brani di repertorio, cosi come toccante la testimonianza delle docenti volontarie Morello e Patrizia Maiorca quest’ultima ha condotto un corso di nuoto per i detenuti. Interessante poi la collaborazione intrapresa con l’associazione L’Arcolaio per l’avvio dei reclusi alla formazione professionale. 

 

Visualizzazioni: 190

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com