breaking news

MARE NOSTRUM, FERMATI ALTRI 4 PRESUNTI SCAFISTI

13 aprile 2014 | by Rosa Tomarchio
MARE NOSTRUM, FERMATI ALTRI 4 PRESUNTI SCAFISTI
Cronaca
0

Altro successo riportato dalla Marina Militare, in stretta collaborazione con il Gruppo Interforze Contrasto Immigrazione Clandestina della Procura della Repubblica di Siracusa diretta dal Commissario Parini nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum tra l’11 e il 12 aprile. Grazie alla grande macchina di Interforze per la sicurezza, la prevenzione ma anche solidarietà, ha soccorso ben 1657 migranti accompagnati al porto commerciale megarese. Il primo evento iniziato nel pomeriggio dell’ 11 aprile ha riguardato il soccorso di 522 migranti ad opera della nave mercantile Dobroda iscritta nei registri dello stato di S. Vincent and Granadines. La nave mercantile, opportunamente fatta convergere sul luogo delle operazioni dal Comando Generale della Guardia Costiera, è stata diretta dal pattugliatore della Guardia Costiera M/V CP 905 che ha materialmente indicato le coordinate nautiche di 5 natanti (gommoni) al mercantile dei natanti con un ingente numero di migranti a bordo. Lo stesso pattugliatore quindi, proseguiva l’attività volta a soccorrere altri 201 migranti, che grazie ai tempestivi soccorsi , sono stati tratti in salvo in quanto i natanti su cui viaggiavano erano tutti in precarie condizioni di galleggiabilità. Nel contempo Nave S. Giorgio e Nave Espero della Marina Militare, inseriti nel dispositivo MARE NOSTRUM diretta dal Comgrupnav 29 (Comando gruppo Navale) intercettavano a circa 200 miglia a sud delle coste dell’Isola di Lampedusa, altri 5 natanti di vario tipo, gommoni e piccole barche in legno recuperando altresì 937 migranti. Anche qui, i natanti erano carichi di donne, bambini e uomini di varie nazionalità e grazie all’abilità del personale operante i migranti venivano tratti in salvo. Le unità navali operanti, una volta raggiunti i natanti, procedevano al recupero dei migranti, che nella mattina del 12 Aprile sono stati accompagnati nel porto commerciale di Augusta (SR). In totale i migranti recuperati dalle navi della marina, dal Pattugliatore della Guardia Costiera e dalla nave mercantile sono stati 1657. Si sono attivate immediatamente le indagini da parte del G.I.C.I.C., già dall’intercetto delle piccole imbarcazioni. E’ stato attivato lo staff del COMGRUPNAV 29 e le indagini sono proseguite a bordo del Pattugliatore della Guardia Costiera giorno 11 per poi proseguire a bordo della Nave militare S.Giorgio il giorno successivo. La lunga e difficoltosa attività investigativa da parte del personale del G.I.C.I.C. diretta dal Commissario della Polizia di Stato Parini, sotto direttive ben precise del Procuratore della Repubblica di Siracusa Dott. Francesco Paolo Giordano con stretta collaborazione del P.M. Claudia D’Allitto Sost. Proc. della Repubblica di Siracusa, unitamente a personale specializzato della Polizia di Stato dell’Ufficio di Frontiera Marittima di Siracusa, della Compagnia della Guardia di Finanza di Siracusa e della Compagnia dei Carabinieri di Augusta, della Guardia Costiera di Augusta e della Marina Militare, ha permesso di individuare e procedere al fermo di ben 4 scafisti che avevano organizzato ed effettuato la traversata dalle coste libiche a quelle italiane.

 

Visualizzazioni: 60

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com