breaking news

Siracusa| TANTI AUGURI SIGNORA INDA

16 aprile 2014 | by Rosa Tomarchio
Siracusa|  TANTI AUGURI SIGNORA INDA
Spettacolo
0

Si è svolta dinanzi alle massime autorità militari e cittadine la Cerimonia di apertura del Festival del Centenario della Fondazione INDA 1914-2014. Ha fatto gli onori di casa, nel Salone Amorelli di Palazzo Greco, sede di tanti momenti importanti della storia dell’INDA, il Commissario straordinario Alessandro Giacchetti accanto al Sindaco Giancarlo Garozzo e alla sovintendente, Beatrice Basile. Presenti, tra gli altri, il Commissario straordinario della Provincia Mario Ortello, il Tenente Colonnello dell’Aeronautica, Paolo Tredici, il Colonnello dei Carabinieri, Mario Perdichizzi, il Questore Mario Caggegi, il Colonnello della Guardi a di Finanza, Antonio Spampinato ed, infine il Capo della Capitaneria di Porto Domenico Carella. Presenti in sala, tra gli altri, tutti i rappresentanti della famiglia Gargallo, Iano Monaco, figlio di Giusto Monaco Commissario dell’INDA per più di vent’anni, la grecista Eva Cantarella. Interventi , Commissario straordinario Alessandro Giacchetti : “Il mio compito ora è finito! Vogliate adesso, o Signori, portare a questa impresa l’ausilio vostro validissimo di persone amanti dell’arte e della storia di questa antichissima e illustre città” con le parole di Mario Tommaso Gargallo pronunciate all’inaugurazione del 7 aprile 1914 ho il piacere e l’onore di dare il via alla Cerimonia di apertura del Festival del Centenario della Fondazione INDA 1914-2014. Una grande emozione trovarmi – ha aggiunto Alessandro Giacchetti – in quella che Elio Vittorini definì, nella prima metà del Novecento, la grande conchiglia bianca distesa sul Colle Temenite. E di questo splendido personaggio che fu Mario Tommaso Gargallo intendiamo oggi, a cento anni di distanza, onorare la memori, E’ grazie a questo uomo illuminato che ancora oggi nel Teatro greco di Siracusa si svolgono le straordinarie tragedie greche, testi unici che ci permettono di g uardare dentro di noi e sperare in un mondo migliore”. A seguire il commento del sindaco Giancarlo Garozzo: “ Gli appuntamenti di oggi, dalla mostra sulle origini delle Rappresentazioni classiche allo spettacolo di stasera, Verso Argo, in quel contesto ineguagliabile che è il nostro Teatro greco, ci introdurranno ai temi di questo Centenario; soprattutto rinnoveranno il legame tra la Fondazione Inda e la città, che resta la vera protagonista e il centro ispiratore delle manifestazioni. È un ruolo che, grazie a questa prestigiosa istituzione, la città svolge con orgoglio da molti anni e con determinazione sempre maggiore, e che intende continuare a svolgere giocando l’unica partita che può dare prestigio a Siracusa e ai siracusani: la partita della qualità dell’offerta culturale”. E ancora Beatrice Basile, Sovrintendente : “Il Conte Mario Tommaso Gargallo riuscì, con la sua geniale intuizione e proposta di fruizione sul Teatro greco di Siracusa, a far cambiare atteggiamento al sovrintendente di allora, Paolo Orsi. Quella di Gargallo era un’ idea di teatro che collimava perfettamente con quella di Paolo Orsi, per entrambi il Teatro greco era un monumento e come tale andava vissuto e trattato. Siracusa è stata la grecità per l’Italia e l’Europa anche grazie a questa straordinaria intuizione delle rappresentazioni classiche che, ancora oggi, possono dare moltissimo a questa città. Chi vuole utilizzare il Teatro greco per altri usi, come quelli degli spettacoli lirici, sappia che dovrà scegliere altri luoghi”. Tra i momenti più importanti quelli della consegna di Iano Monaco al Commissario Giacchetti delle cartoline con l’annullo postale che ritraggono Giusto Monaco nel Salone Amorelli di Palazzo Greco. “Mio padre la sera prima di morire il 13 febbraio del 1994 – ha raccontato Iano Monaco commosso – chiamò in Istituto per sapere come erano andati i provini. Siracusa era la sua città, l’INDA è stato la sua vita, con impegno e allegria”. Ai saluti è seguita la inaugurazione della mostra a cura della Fondazione INDA intitolata L’Istituto Nazionale del Dramma Antico: Le origini, la grande intuizione di Mario Tommaso Gargallo. Documenti inediti provenienti dall’Archivio INDA, dal Fondo Famiglia Gargallo e dall’Archivio del Liceo Artistico Gagini. “La mostra persegue l’obiettivo – ha commentato Loredana Amati Gargallo – di far conoscere la grandezza intellettuale di Mario Tommaso Gargallo, uomo capace di progettare e realizzare un’intuizione già presente in tutta Europa ma che lo vide poi interfacciarsi con uomini di cultura e di teatro di quell’epoca”. Presenti anche Simonetta Arnone, dirigente del Liceo Gagini che ha messo in evidenza l’importanza dell’Archivio dell’ Istituto d’Arte dell’epoca, sede che nel tempo ha fornito all’INDA le migliori maestranze; ed Elena Servito che ha ben descritto un lavoro sulla mostra della durata di un anno con oltre 6000 documenti da esaminare e selezionare e che nel Salone Cambellotti sono suddivisi in tre sezioni: Mario Tommaso Gargallo impegnato nella costruzione dell’Evento, nel rapporto con la Compagnia e con la Città. Nel pomeriggio l’accensione dei tre tripodi a partire da Piazza Archimede . Quindi lo spettacolo Verso Argo, a finire, al Teatro greco dopo una breve cerimonia con Piera Degli Esposti e Ugo Pagliai.

 

Visualizzazioni: 26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com