breaking news

FORESTALI IN AGITAZIONE

17 aprile 2014 | by Rosa Tomarchio
FORESTALI IN AGITAZIONE
Cronaca
0

Nuovamente in agitazione i forestali. Dopo aver valutato e affrontato in sede di Segreteria Provinciale Unitaria gli ultimi avvenimenti che si stanno verificando nel settore del bracciantato e più specificatamente, tra l’Azienda Foreste Demaniali, il Sindacato Unitario Flai, Fai e Uila e i Lavoratori Forestali tutti, intendono sottoporre all’attenzione del Dirigente pro tempore dottore Carmelo Frittitta, alcune tematiche che si ritengono intrapresi in via unilaterale e precisamente: avendo avuto modo di partecipare ai lavori della Commissione Provinciale Moa istituita presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro il 3 Aprile scorso siamo venuti a conoscenza di come erano predisposte le richieste di nulla osta per l’avviamento dei 226 lavoratori appartenenti all’art.46 comma 1 lettera b della L.R. 1696 ovvero, i 151nisti: in sostanza – si legge nella nota sindacale –  se non abbiamo capito male (e ci auguriamo di sbagliarci) le chiamate, così come impostate, ricadranno su 6 località in cui sono stati elaborati alcuni progetti a valere sui Fondi Comunitari e fin qui, tutto va bene. Ma non riusciamo a comprendere come i soggetti da immettere nei Cantieri, siano essi B.A. che Qualificati, possano essere assunti solo nei Comuni ove ricadono i summenzionati progetti; come si può gestire tale sistema, francamente non riusciamo a capirlo! Fino al 31 Dicembre scorso, le assunzioni sono state evase in tutti i Comuni ove ricade la manodopera Forestale (ed ancora oggi, nella provincia di Palermo, per esempio, ci risulta che le chiamate sono state effettuate per Comune e per Qualifica e non a livello Distrettuale) e solo per esigenze lavorative, i Lavoratori sono stati dirottati altrove; non riteniamo condivisibile tale sistema che si sta cercando di attuare perché porterebbe solo scompiglio e malumori tra i Lavoratori stessi oltre che molte incertezze ed oltretutto, non capiamo come tale iniziativa possa essere stata evasa senza che le scriventi abbiano mai avuto alcuna informazione o confronto (che purtroppo sta cominciando a mancare o almeno, avviene a singhiozzo). Abbiamo ricevuto solamente il 2 Aprile scorso, la nota prot.1935, tra l’altro del giorno prima come registrazione di protocollo, in cui viene comunicato il fabbisogno dei Lavoratori, documento diviso per Distretto e località, senza che interessi i Comuni ove ricade l’iscrizione di ogni singolo Lavoratore, fatto quest’ultimo contestato più volte in quanto l’Ufficio di Siracusa, senza alcun apparente motivo, ha deciso di non comunicare più alle OO.SS. di categoria, l’elenco formale delle assunzioni per Comune e per Qualifiche ma solo un fabbisogno generale che spesso non corrisponde alla realtà. Contestiamo, perché mai discusso in precedenza con le scriventi, la novità del Centro di Raccolta. Contestiamo (punto già portato a conoscenza della Dirigenza siracusana), la questione che riguarda le visite mediche pre-assuntive: se un Lavoratore, dal momento in cui da la sua disponibilità al lavoro con l’Azienda Foreste, entra virtualmente in rapporto di legame con il suo datore di lavoro, non capiamo perchè la visita medica debba essere pre-assuntiva ovvero, debba avvenire in non costanza di rapporto di lavoro e senza alcun tipo di riconoscimento; ma se al Lavoratore, accidentalmente, accade un sinistro durante l’iter di viaggio, chi ne risponde? Ed alla luce della notaDirettiva del Dirigente Regionale del Dipartimento Lavoro che detterebbe le indicazioni per l’elaborazione delle Graduatorie Uniche Distrettuali secondo quanto previsto dall’art.12 della L.R.52014, anche qui in netto contrasto con quanto concordato nel corso dello Sciopero Regionale dell’11 Marzo scorso a Palermo tra il Governo e le OO.SS. di categoria, a livello regionale, in cui è stato detto che le Graduatorie dovevano essere riviste a seguito di incontro in sede tecnica con l’Assessorato al Lavoro quindi nella più totale confusione, non capiamo come a Siracusa si possa essere in netto avamposto (l’Azienda Foreste), rispetto alle altre province dell’isola, su specifici provvedimenti che sono stati adottati o che si vogliono adottare, quando nemmeno la nuova Legge ha ancora chiarito del tutto, in attesa di una Direttiva o Circolare attuativa ed esplicativa. Le norme ancora esistenti che sono contenute nella L.R.1696 e nella L.R.14

 

Visualizzazioni: 39

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com