breaking news

GIOSTRE IN ORTIGIA E DECORO URBANO

26 aprile 2014 | by Rosa Tomarchio
GIOSTRE IN ORTIGIA E DECORO URBANO
Cronaca
0

Avrebbero dovuto smontare baracche e burattini subito dopo Pasqua. E invece le giostre sono ancora li dietro il Palazzo delle Poste, in riviera Nazario Sauro, a far bella mostra di se, con le loro luci strobo, macchina del fumo musica assordante. Ma non solo. Sono ancora li a stringere il passaggio verso il piccolo ponte dei Calafatari, altrimenti detto via di fuga dal centro storico. Le Giostre è vero attirano decine e decine di bambini accompagnati da genitori che per trovare un parcheggio quanto più vicino al Luna Park lasciano la propria auto in sosta selvaggia, doppia e tripla fila. Non solo. Il problema dell’attraversamento pedonale soprattutto di sera, quando la luce è limitata insieme alla visibilità della strada. Quanti bambini che scappano dalla morsa stretta dei genitori, hanno rischiato di essere falciati dalle auto comunque in transito fuori da Ortigia? Insomma, gli elementi bastano ed avanzano per dichiarare che quella zona non era il posto ideale per ospitare le Giostre. Anzi, per dirla tutta, Ortigia non è affatto il Paese dei Balocchi. Cosi la pensa anche il consigliere comunale di Progetto Siracusa – Articolo 4 Salvo Sorbello ha rivolto un’interrogazione urgente all’Amministrazione per sapere se è vero che sia stata concessa una proroga per lo svolgimento della manifestazione denominata “Pasqua a Siracusa”, che vede la presenza di giostre e di gazebo per la vendita di prodotti nell’area di riva Nazario Sauro, a partire dall’ingresso del parcheggio Talete e fino al ponte dei Calafatari. Sorbello prosegue chiedendo se, anche alla luce della gravissima crisi in cui versa il commercio siracusano e della mancata approvazione da parte della Regione del Piano Urbanistico Commerciale, tali attività siano state regolarmente autorizzate. Il consigliere Sorbello chiede inoltre come si concili la presenza di un luna park in Ortigia con la tutela del decoro urbano, per la quale si dice che questa Amministrazione avrebbe addirittura predisposto un apposito regolamento. Una nota a margine. Qualcuno pensa che inavvedutamente, ossia senza saperlo, Sorbello stia perseguendo una mezza guerra civile, tutta interna, perche pare che ad ottenere l’autorizzazione dal sindaco Garozzo sia stata una persona assai vicino agli scranni dell’opposizione. 

 

Visualizzazioni: 64

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com