breaking news

SI RISCOPRE SIRACUSA MEDIEVALE

2 maggio 2014 | by Rosa Tomarchio
SI RISCOPRE SIRACUSA MEDIEVALE
Attualità
0

Finalmente la Torre di Bosco Minniti torna al suo antico splendore dopo i solleciti negli ultimi anni pervenuti all’amministrazione centrale dall’ex consigliere di circoscrizione Michele Buonomo. Lunedì prossimo 5 maggio la costruzione del XIV secolo pressoché sconosciuta alla città perché inglobata all’interno di un condominio, sarà aperta al pubblico e ospiterà una mostra. L’iniziativa, patrocinata dal Comune, frutto di una collaborazione tra la circoscrizione Akradina e il liceo artistico “Antonello Gagini”, con il coinvolgimento dell’istituto comprensivo “Elio Vittorini”, è stata illustrata stamani in conferenza stampa, presenti tra gli altri il vice sindaco, Francesco Italia, lo storico dell’arte, Michele Romano e il consigliere di Akradina, Luigi Cavarra. Diventa realtà al contempo un sogno da anni inseguito dal Cenaco Acradina Grottasanta, ossia quello di realizzare un percorso turistico-culturale dal Castello Maniace alle Torri fortificate in modo da attirare turisti e non anche nella zona alta di Siracusa che non sia solo Ortigia. Intanto qualche cenno storico sul quartiere.  Akradina è il nome di quello che era un quartiere della Siracusa antica e che oggi è la quinta circoscrizione. Anticamente esso era uno dei quartieri della pentapoli (cinque città) siracusana il cui nome significava “Terra dei peri selvatici” e si trovava a nord di Ortigia sino alla costa est, era separato dal quartiere Tiche dalle mura dette di Gelone. Oggi nel quartiere Acradina sono presenti la Balza Acradina (parco naturalistico), la Torre di Bosco Minniti (sec.XIV) e un’area per le attività sportive (la Cittadella dello Sport “Concetto Lo Bello). LE TORRI DI ARETUSA. Le torri medievali nel territorio aretuseo, dette turrispecula, erano custodite da guardiani armati, chiamati torrari, e servivano per difendere con un sistema periferico di avvistamento le coste della città. Ogni torre presenta elementi architettonici di alto livello artistico: portali archiacuti, feritorie o finestre lanceolate (a punta), rosoni o finestre circolari quadrilobate (quattro cerchi) e merlature per la balaustra nella terrazza di avvistamento. ITINERARIO TURISTICO-CULTURALE. La Siracusamedievale si trova nell’isola di Ortigia: il Castello Maniace o di Federico II (1), il Palazzo Bellomo oggi Museo (2), la Camera Reginale o sede del Consiglio della regina d’Aragona (3), il Palazzo Montalto che ospita il Museo di Archimede (4). Le torri medievali o di avvistamento si trovano negli altri quartieri di Siracusa: la Torre del Teatro Greco e del Fusco nel quartiere Neapolis (A-F), la Torre di Bosco Minniti nel quartiere Acradina (B), la Torre di Villa Modica (C) della Pizzuta (D) e della Targia (E) nel quartiere Tiche. TORRE DI BOSCO MINNITI: La torre si trova in via Alessandro Specchi, nell’area residenziale di Bosco Minniti nel quartiere di Acradina. La struttura medievale del XIV secolo è chiusa e tutelata all’interno di un cortile condominiale e mostra tutte le caratteristiche di una torre di avvistamento. Il suo volume è semplice, quasi un cubo di m.6,70 x 5,80 per lato e m. 6 di altezza, con un bellissimo portale ogivale (un pò distrutto) a conci radiali e una cornice con volute terminali. Sopra il portale una piccola apertura circolare con cinque fori a forma di croce, mentre nelle pareti laterali si trovano delle feritoie e finestre che danno luce all’interno costituito da un solo vano con volta a botte semicilindrica e una apertura laterale che conduce alla terrazza di avvistamento, rafforzata da merlature angolari.

 

Visualizzazioni: 65

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com