breaking news

IMMIGRAZIONE, SOS DAL CENTRO PAPA FRANCESCO

9 maggio 2014 | by Rosa Tomarchio
IMMIGRAZIONE, SOS DAL CENTRO PAPA FRANCESCO
Cronaca
0

“Stiamo facendo salti mortali per garantire il minimo indispensabile a questi ragazzi, a cui forniamo di tutto, dalle schede telefoniche ai mezzi essenziali per garantire quanto meno l’igiene personale”. Cosi il responsabile del centro accoglienza Papa Francesco di Priolo, Daniele Carrozza, che cerca di parare i colpi della prossima ondata di sbarchi con l’arrivo della bella stagione. “Mi sono posto un limite, – dice Carrozza – non più di dieci minori oltre il numero prestabilito che è quello di cento. Non trovo giusto far soffrire questi ragazzi costretti in una sola stanza in dieci. Paradossalmente se la passerebbero meglio dentro una tenda allestita al porto. Attualmente abbiamo superato le cento unità. Siamo in emergenza continua. Se le comunità alloggio per minori di tutta Italia si passassero la cosiddetta mano sulla coscienza rendendosi disponibili ad accogliere i minori per un progetto educativo, di vita, mettendo da parte il vile danaro, forse riusciremo a dare una mano a tutti. Da noi a Priolo i minori non posso soggiornare oltre le 72 ore, ed invece sono gia trascorsi tre mesi. Con questo non voglio dire che è colpa del Comune di Augusta, non vi sono le strutture dignitose per accogliere i minori che siano degne di un paese civile come l’Italia. Se il problema continuerà a restare arginato ai comuni e alla regione, ci troveremo prestissimo in una situazione disastrosa”.

 

Visualizzazioni: 88

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com