breaking news

IMMIGRAZIONE, FERMO PER ALTRI DUE SCAFISTI

14 maggio 2014 | by Rosa Tomarchio
IMMIGRAZIONE, FERMO PER ALTRI DUE SCAFISTI
Cronaca
0

Incessante l’opera di contrasto al fenomeno dell’immigrazione clandestina. In stato di fermo altri due scafisti, eritrei intercettati a far spola dalle coste libiche a quelle italiane dal gruppo Interforze della Procura della Repubblica di Siracusa sotto la direzione del procuratore capo Francesco Giordano. Nell’ambito dell’Operazione “MARE NOSTRUM”, ben 391 migranti sono stati recuperati/soccorsi ed accompagnati presso il Porto Commerciale di Augusta. Sono frutto di ben 5 recuperi di gommoni in mare da parte di Nave Sirio della Marina Militare Italiana in collaborazione con altre unità navali della Guardia Costiera e dalla Nave mercantile panamense Makaria, successivamente, intercettati tutti nelle acque a sud di Lampedusa e successivamente accompagnati ad Augusta. Difficili e rischiose sono state le operazioni di recupero che hanno riguardato l’intercetto dei cinque gommoni tutti in precarie condizioni di galleggiabilità e carichi all’inverosimile di donne, uomini e bambini di varie nazionalità. Grazie alla professionalità del personale militare della Marina Italiana, della Guardia Costiera e della gente di mare operante è stato possibile mettere in salvo ogni vita umana. Le unità navali operanti, una volta raggiunti i natanti, procedevano al recupero dei migranti che nel pomeriggio sono stati accompagnati nel porto commerciale di Augusta. In totale i migranti recuperati sono stati 391. Le indagini, immediatamente attivate già dal momento di ciascuno intercetto e dopo l’arrivo in porto delle unità navali che avevano proceduto al recupero da parte del G.I.C.I.C. in collaborazione con il Legad del personale dello Staff di COMGRUPNAV 29 opportunamente imbarcato a bordo della Nave San Giorgio e rappresentato da un Ufficiale della Guardia Costiera come Ufficiale di Collegamento con l’Ammiraglio e CINCNAV (Comando in Capo della Squadra Navale Italiana), sono proseguite a lungo e con non poche difficoltà. L’attività investigativa, diretta dal Sostituto Commissario della Polizia di Stato – Ufficio Polizia di Frontiera Marittima di Siracusa Carlo Parini, in linea con le ben precise direttive del Procuratore Capo della Repubblica di Siracusa Dott. Francesco Paolo Giordano, e in stretta collaborazione con il P.M. del Turno Sbarchi, Dott. Antonio NICASTRO Sost. Proc. della Repubblica di Siracusa, unitamente a personale specializzato della Compagnia della Guardia di Finanza di Siracusa, della Compagnia dei Carabinieri di Augusta e della Guardia Costiera di Augusta e del Posto di Polizia di Frontiera Marittima del porto di Augusta, ha permesso di individuare e procedere al fermo di 2 scafisti eritrei che avevano organizzato ed effettuato la traversata dalle coste libiche nei pressi di Tripoli a quelle italiane. Al termine delle indagini, gli scafisti sono stati accompagnati e ristretti presso la Casa Circondariale di Cavadonna in Siracusa, come disposto dal PM del Turno Sbarchi.

 

Visualizzazioni: 106

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com