breaking news

I 55 DELLA SOCOSI VERSO IL LICENZIAMENTO

30 maggio 2014 | by Rosa Tomarchio
I 55 DELLA SOCOSI VERSO IL LICENZIAMENTO
Sindacale
0

La SO.CO.SI che gestisce l’appalto dell’Ufficio Tributi del Comune di Siracusa ha aperto un procedura di licenziamento collettivo per 55 lavoratori in previsione dell’ennesima scadenza della proroga in atto al 30 giugno 2014. Il Comune di Siracusa nell’incontro tenuto con le OO.SS. nel presentare le linee guida delle gare che davano in imminente pubblicazione, dando per scontato una proroga tecnica alle ditte in appalto, a meno di un mese dalla scadenza non ha ancora notificato la proroga da qui la procedura di licenziamento dei lavoratori della SOCOSI cui a breve seguirà quella della UTIL SERVICE. Le OO.SS. Filcams , Fisascat e Uiltucs hanno chiesto al Presidente della 6° commissione Cosimo Burti di convocare in audizione le OO.SS. in merito alle gare che sono state presentate dal Comune di Siracusa ed alle finanze destinate, che a parere delle OO.SS., non sono sufficienti a garantire i livelli occupazionali e salariali dei lavoratori dell’appalto. Dichiarazione di Stefano Gugliotta segr. gen. Filcams CGIL Siracusa: “Le linee guida dell’amministrazione per la pubblicazione di bandi dei servizi in scadenza non ci hanno affatto convinto oltre che nel merito (una sola gara per i servizi tributi ed affissione guardiania, trasporti ecc.) nel merito perché si evince chiaramente che quanto promesso in termini di redistribuzione dell’orario di lavoro non trova ad oggi uno sbocco ne una soluzione, l’unica cosa certa è quella che parte dei lavoratori della SOCOSI avranno un taglio di ore da 36 a 30, ma la stessa sicurezza non c’è per i lavoratori della UTIL SERVICE che oggi sono a 15 ore di veder aumentare l’orario di lavoro. Le somme destinate alle gare sono insufficienti, chiederemo alla commissione di chiarire anche l’aspetto legato alla produttività dell’ufficio tributi che vede esclusi i lavorati dell’appalto e beneficiare solo i lavoratori del Comune, in presenza di premi di una certa consistenza distribuiti ai funzionari del Comune di Siracusa non è accettabile la tesi che non ci siano i soldi per aumentare l’importo delle gare e garantire livelli minimi di salario ai lavoratori dell’appalto.”

 

Visualizzazioni: 38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com