breaking news

Augusta| Prestigioso riconoscimento per la P. di Napoli, medaglia d’oro al concorso nazionale “Adotta un monumento” -Video

8 Novembre 2016 | by Sebastiano Salemi
Augusta| Prestigioso riconoscimento per la P. di Napoli, medaglia d’oro al concorso nazionale “Adotta un monumento”<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Cultura
0

Il video premiato è stato proiettato lunedì sera nel salone di palazzo di città alla presenza del Prefetto del Sindaco e delle massime autorità civili e militari della città.

output_l2vs8d

faro-300x250bisIl 1° Istituto Comprensivo “Principe di Napoli” di Augusta diretto dalla dirigente Agata Sortino è stato premiato con la medaglia d’oro al concorso nazionale “La scuola adotta un monumento”. La cerimonia di premiazione del prestigioso concorso si è svolta lo scorso 28 ottobre a Roma nella sala della Protomoteca in Campidoglio. Il filmato realizzato dai docenti, dai genitori e dai ragazzi su “Cala Paradiso”, guidati dalla referente del progetto Ivana Sarcià è stato presentato lunedì sera presso il solone “Rocco Chinnici” di palazzo di città alla presenza del prefetto Armando Gradone  del sindaco Cettina di Pietro e delle autorità civili e militari della città . Il concorso nazionale giunto alla sua XXIII^ edizione è nato a Napoli nel dicembre 1992 su iniziativa della Fondazione Napoli Novantanove, d’intesa con il Provveditorato agli Studi e le Soprintendenze, è un progetto di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell’ambiente. L’Istituto augustano ha messo in campo tutto l’amore per la Città, il forte senso di appartenenza e la professionalità di 15 docenti dall’Infanzia alla primaria alla media e il coinvolgimento di circa 300 alunni per valorizzare un bene naturalistico che appartiene all’intera comunità augustana. “Augusta – hanno spiegato la preside e la referente del progetto –  ha tanti beni artistici e monumentali degni di essere menzionati. Si è pensato fosse necessario partire dalla territorialità, da un bene che gli alunni sentano proprio, vicino al loro vissuto e alla loro percezione, al racconto degli ultimi pescatori e dei propri nonni. Inoltre Cala Paradiso forniva spunti di studio su tante discipline: la storia, la geografia, le scienze, l’arte, l’educazione alla cittadinanza, le attività laboratoriali, l’economia, la tecnologia, lo studio delle tradizioni della nostra Augusta, ecco perché la scelta è ricaduta sulla Baia. Cala Paradiso è uno scrigno carico di messaggi per gli studenti, per noi è un modo diverso di fare Scuola, per i genitori, un rinnovato impegno civile. Un modo innovativo di fare scuola fuori dalla scuola. Si è cercato di sviluppare spirito di osservazione, senso critico-ma costruttivo e propositivo, impegno civile e cittadinanza attiva, comprensione e condivisione. Tutti i docenti impegnati con metodologie ed approcci didattici diversificati a seconda dell’ordine di scuola dall’Infanzia alla Primaria alla Media, tutti con uno scopo comune: far conoscere e quindi amare la nostra Augusta, rendendo consapevoli gli alunni della bellezza dei luoghi della loro città e da lì ripartire per far tornare a vivere quanto dimenticato. Un video di soli tre minuti, che da solo ha avuto la capacità e la forza di raccontarsi e di svelare a tutta l’Italia la bellezza del nostro mare, della nostra storia, della speranza nel futuro e della presa di coscienza da parte della comunità di appartenenza. Oggi per i nostri alunni Cala Paradiso è un pezzo del loro mondo: fino a qualche tempo fa la guardavano, ma non la apprezzavano, non la conoscevano. Ora chiedono di tornare in spiaggia, la sentono loro, quasi fosse un prolungamento dell’ambiente scuola e dove noi docenti abbiamo gettato il seme della speranza che siamo certi germoglierà nell’uomo e nella donna di domani che questi nostri alunni rappresentano. Da questa medaglia d’oro si riparte con rinnovata energia per testimoniare agli alunni che l’azione e il dialogo tra scuola e istituzioni serve a migliorare la realtà che ci circonda. La novità di questa edizione del concorso consiste nella creazione di un Atlante multimediale dei Monumenti adottati dove sono già consultabili tutti gli elaborati delle 1.000 scuole d’Italia che hanno partecipato”.

cala-pardiso-girotondobis

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com