breaking news

Siracusa| Riapre il Teatro Comunale, stavolta è vero

23 Dicembre 2016 | by Rosa Tomarchio
Siracusa| Riapre il Teatro Comunale, stavolta è vero
Spettacolo
1

L’annuncio ufficiale in conferenza stampa del sindaco Garozzo e del vice Italia. Testimonial del 27 sera sarà l’attore di origine siracusana Enrico Lo Verso. Il 26 la gran soire di archi. Oggi e domani la vendita dei biglietti per gli spettacoli che si susseguiranno sino a gennaio. Mancano (però) all’appello 70 posti.

output_l2vs8d

Fine anno “a sorpresa” per i siracusani e per la stessa amministrazione Garozzo che, pur di mantenere la promessa data, ha ingaggiato una vera e propria corsa contro il tempo per giungere alla tanto attesa apertura del Teatro Comunale, incompiuta madre di tutte le incompiute in città. Il 27 dicembre alle 20,30 sarà un battesimo tutto “siracusano” con un nome altisonante del teatro e del cinema italiano: Enrico Lo  Verso inaugurerà il primo cartellone degli spettacoli al “Comunale” di via Roma pronto a riaprire i battenti dopo la chiusura del 1957.

Il sindaco Garozzo con il vicesindaco Italia e l'attore Lo Verso

Il sindaco Garozzo con il vicesindaco Italia e l’attore Lo Verso

Il testimonial d’eccezione oggi ha parlato in conferenza stampa insieme al sindaco Giancarlo Garozzo e all’assessore ai Beni e alle Attività Culturali Francesco Italia. “C’è tanto lavoro dietro questo sogno, che personalmente ho da quando andavo al ginnasio – ha confidato il popolare attore di fiction tv e film di origine siracusana – .

Vedere un teatro violentato fa male e invece adesso lo vedo con una ristrutturazione adeguata. Lo spettacolo con cui il palcoscenico tornerà a vivere è prodotto da Alessandra Pizzi, che ha anche scritto il testo teatrale. È un monologo che può dar voce a 12 personaggi – racconta Lo Verso – un’ora e un quarto a cui poi seguono incontri con il pubblico”.

Appuntamento il 27 dicembre alle 20.30. Ma la grande overture del Teatro Comunale, in realtà, avverrà il giorno prima, lunedì 26, con una soire di archi la cui conduzione è stata affidata a Mimmo Contestabile. Nei dettagli oggi in conferenza stampa è stato anche detto esplicitamente che si tratta di una apertura “parziale” del teatro, in effetti non è stata ancora rilasciata l’autorizzazione per una settantina circa di posti nel loggione. Ma il più è fatto.

Di gran carriera ci si appresta all’apertura definitiva del Teatro “Bomboniera di Ortigia” che ha raccolto i consensi soprattutto dagli addetti ai lavori, dal mondo dello spettacolo (tanti gli attori presenti in sala giunta al Vermexio questo pomeriggio) e, non ultimo, dal presidente degli albergatori Pippo Rosano. Lui stesso ha assicurato che, sin da subito, si metterà a disposizione per trovare il gradimento anche tra i cosiddetti “vip” italiani.

Si lavora alacremente nelle ultime ore per definire tutti i tasselli alla vigilia del grande giorno. La Questura ha rilasciato l’ultimo nullaosta per la riapertura del Teatro alle 13,30 di oggi che cosi potrà ritornare ad ospitare spettacoli almeno sino a tutto gennaio. Da questo pomeriggio sono in vendita i biglietti per assistere a 15 appuntamenti, i primi il 26 ed il 27 dicembre. L’inaugurazione, lunedì 26, alle 19 con il concerto di Natale de Gli Archi Ensemble e il coro Conca D’Oro del maestro Guzzardo. Lirica e musica da camera proposta dai 40 elementi sul palco. A presentare la serata, Mimmo Contestabile. L’indomani, alle 20.30, Enrico Lo Verso propone il pirandelliano “Uno, nessuno, centomila”. I biglietti sono stati messi in vendita al costo di 20 e 30 euro. Sono attualmente 406.

“Sarà un giorno di festa cittadina – ha esclamato il sindaco Garozzo visibilmente emozionato oggi in conferenza stampa –  dopo una vicenda tormentata ed infinita, iniziata il 1957. Oggi è stato realizzato un impianto antincendio costato 900.000 euro che ha solo sfregiato il teatro, oltre a ritardarne l’apertura”.

Dopo gennaio la pausa prima di ripartire alla grande, ha sottolineato l’assessore Francesco Italia: “Giusto il tempo per fare il punto su quanto di sbagliato è stato fatto sinora”.  Del resto, l’autorizzazione concessa è “a tempo”, sino al 15 febbraio. “Frattanto – ha aggiunto Italia – sarà nostra cura completare le parti mancanti. Intanto, godiamoci questo “pezzo” di storia che mancava da sessanta anni ai siracusani”. E’ bene ricordare che la spinta propulsiva verso questa riapertura del Teatro Comunale di Ortigia arriva anche dal lavoro certosino svolto dal Comitato per i Festeggiamenti per l’anniversario della fondazione della Città di Siracusa.

One Comment

  1. Antonio says:

    complimenti a chi ha realizzato le opere per rendere agibile i teatro comunale di Siracusa dopo 60 anni e non certo per coloro che oggi mettono i paletti. Forse sarebbe bene dare merito a chi merito ha. Mi astengo dal nominare chi ha permesso il completamento dei lavori solo per pudore ma la verità, come sempre, prima o poi verrà a galla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com