breaking news

CATANIA| Carlo Barbagallo presenta il suo (9)

CATANIA| Carlo Barbagallo presenta il suo (9)
Spettacolo
0

La presentazione dell’ultimo cd giovedì allo Zo:  un capolavoro al di sopra di idee e ideali.

Giovedi 5, ore 22, allo Zo Centro Culture Contemporanee. Occasione unica per ascoltare dal vivo ⑨, il nuovo lavoro discografico del musicista e produttore siracusano Carlo Barbagallo, affiancato per l’occasione da una band d’eccezione: Salvo Barbagallo – sax, Mauro Felice (Suzanne’Silver) – batteria, Giovanni Fiderio (Tapso II / MASHROOMS) – violino, Andrea Romano Il Fratello (Albanopower) – tastiere, cori Dario Serra (Suzanne’Silver) – chitarra, cori. Giuseppe Sindona (Albanopower) – basso, cori Lorenzo Urciullo (colapesce) – chitarra, cori.

Carlo Barbagallo prima di tutto è voce: la plasma di continuo come fosse respiro in prosa e grazie a note sapientemente e estrosamente scelte, crea musica come fosse tappeto liquido in cui si naviga su onde black, surfando su spume elettro-acustiche.

La nuova opera di Carlo Barbagallo è istinto puro, emozione lavorata sul filo del rasoio. Mai arrogante o sterilmente virtuoso, il trentenne siracusano offre attraverso questo suo ultimo CD dal titolo “ 9 “ , un capolavoro al di sopra di idee e ideali. Un ascolto travolgente che alla fine lascia un solo interrogativo: com’è possibile risultare cosi naturale e dolce attraverso una scrittura compositiva così sperimentale, mai scontata o cervellotica? Carlo Barbagallo già dagli albori della sua carriera, leader di band come i La Petroliera, i Les Dix-huit Secondes, gli Albanopower, i Suzanne’Silver, i Tempestine, i matematici La Moncada,  e in trio con Jean Francois Laporte e Emilio Bernètargate, aveva iniziato ad annacquare la sua scrittura compositiva con digressioni electro-psych, avant jazz, blues-rock, grunge e impro noise, ma è  in questa opera che tocca lo zenit della sua produzione artistica.

Carlo Barbagallo è un attestato di classe immenso che canta con una forza incredibile ma allo stesso tempo estremamente delicata, ispirato chissà da quale galassia. Sempre e soprattutto voce, Carlo Barbagallo culla anche solo sibilando vocali, che non sono più 5 ma “9”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *