breaking news

Sicilia| Precari delle AA.SS.PP. siciliane, rischiano di rimanere fuori dalla stabilizzazione.

Sicilia| Precari delle AA.SS.PP. siciliane, rischiano di rimanere fuori dalla stabilizzazione.
Politica
0

Vinciullo: Il Parlamento Siciliano approva il mio Disegno di Legge n.1321.

In data 16/05/2017 ho presentato il Disegno di Legge n.1321 “Recepimento con modifiche del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 marzo 2015 – Disciplina delle procedure concorsuali riservate per l’assunzione di personale precario del comparto sanità” con il quale chiedo di spostare la data dal 30 ottobre 2013 alla data di pubblicazione del Disegno di Legge trasformato in legge”. Lo comunica l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.

Se non venisse approvata questa norma, è chiaro che tutti i precari della sanità in Sicilia resterebbero fuori perché sono pochissimi quelli che possiedono i requisiti alla data del 30/10/2013.

Si perderebbero così le intelligenze, le capacità e le competenze di centinaia e centinaia di lavoratori della sanità che, in questi anni, hanno consentito alle nostre strutture sanitarie, ospedaliere in particolare, di operare e di assicurare livelli di assistenza positivi a tutti i cittadini siciliani.

Continua Vinciullo: “In particolare, vorrei ricordare che “con il Disegno di Legge presentato si intende applicare anche alla Regione siciliana le disposizioni nazionali per il reclutamento del personale a tempo indeterminato i cui requisiti previsti nel DPCM 06 marzo 2015 devono essere posseduti non alla data del 31 ottobre 2013 ma alla data di entrata in vigore della presente legge.

Nella norma, varata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, il 6 marzo 2015, era previsto che i titoli per potere accedere ai bandi concorsuali dovevano essere posseduti alla data del 30 ottobre 2013, data che oggi si presenta alquanto anacronistica, pertanto l’unica modifica al DPCM che ho sottoposto all’attenzione dei Deputati è la rimodulazione della stessa data portandola al giorno di pubblicazione sulla GURS.”

Conclude l’On. Vinciullo:È chiaro che bisogna fare urgentemente per evitare che l’assunzione di migliaia di lavoratori si trasformi in una beffa per coloro i quali, per anni, hanno garantito la funzionalità delle strutture ospedaliere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *