breaking news

Canicattini| 35° Raduno Bandistico nazionale “M° Nino Cirinnà”

Canicattini| 35° Raduno Bandistico nazionale “M° Nino Cirinnà”
Spettacolo
0

Presentata la tre giorni di sfilate e concerti dal 18 al 20 agosto con le più prestigiose bande musicali italiane.

Da quest’anno il Raduno Bandistico nazionale di Canicattini Bagni, giunto alla 35° edizione, sarà  intitolato al compianto M° Nino Cirinnà, così come già lo scorso anno in occasione del decennale della scomparsa (Siracusa, 2 Febbraio 2006).

A proporlo all’Amministrazione comunale che in tal senso si espressa, è stato il Consiglio di Amministrazione dell’Associazione Musicale “Corpo Bandistico Città di Canicattini Bagni”, organizzatrice, assieme al Comune, di questo importante evento annuale.

La manifestazione che da 35 anni rappresenta l’identità musicale della “Città della Musica”, Canicattini Bagni, con i suoi quasi 150 anni della Banda Musicale e dove in quasi tutte le famiglie si suona uno strumento o anche più di uno, come testimoniano i tantissimi ragazzi che frequentano la locale Scuola di Musica, dunque, prende il nome del M° Nino Cirinnà, formatore di generazioni di “musicanti”, che del Raduno Bandistico, nel 1982, è stato promotore, così come della crescita della Banda Musicale che ha diretto per un decennio, tra gli anni ’80 e ’90, proiettandola ai massimi vertici del panorama bandistico nazionale ed internazionale. 

E il 35° Raduno Bandistico nazionale che dal 18 al 20 Agosto prenderà vita, rinnovando l’appuntamento con la “Città della Musica, è stato presentato stamane al Comune di Canicattini Bagni, presenti il Sindaco Marilena Miceli, l’Assessore alla Cultura, Loretta Barbagallo, il Presidente dell’Associazione “Corpo Bandistico Città di Canicattini Bagni”, Sebastiano Scaglione, il Presidente del Consiglio comunale, Paolo Amenta, già Sindaco della città, che questa manifestazione, da amministratore ed ex “musicante” (da ragazzo suonava il flicorno), ha rilanciato nel corso della sua sindacatura, il Direttore della Banda e Direttore Artistico del Raduno, il M° Sebastiano Liistro, e alcuni dei componenti del Consiglio di Amministrazione del sodalizio canicattinese.

Immutata la formula, come ha evidenziato il suo Direttore Artistico , con le sfilate per il centro abitato delle Bande partecipanti, ben 9 quest’anno, provenienti dalla Sicilia (Avola, Canicattini Bagni, Militello in Val di Catania, Cerami, Milazzo, Modica), ma anche dal nord e dal centro Italia, come la Banda di Parma e quella di Ceccano in provincia di Frosinone, senza dimenticare la Banda Giovanile della Scuola di Musica “Arturo Basile” di Canicattini Bagni. Mentre in serata sono previsti i concerti sul palco di Piazza XX Settembre, affidando l’apertura di Venerdì 18 alle ore 21:30, al mega concerto con oltre un centinaio di musicisti delle Bande di Avola e Canicattini insieme, diretti rispettivamente dal M° Sebastiano Bell’Arte e M° Sebastiano Liistro.  

Come sempre a chiudere la serata di Domenica, sarà un prestigioso musicista di fama internazionale che in questa 35° edizione sarà il chitarrista jazz, Francesco Buzzurro, uno dei più apprezzati e poliedrici chitarristi italiani, votato dalla rivista di settore Musica Jazz come uno dei più talentuosi del panorama internazionale, eletto “miglior chitarrista jazz” nel sondaggio dei lettori della rivista Guitar Player Magazine.

«Anche quest’anno – ha rimarcato il Sindaco Miceli – seppur con le tante difficoltà finanziarie che gli Enti Locali vivono, a causa dell’incertezza dei trasferimenti dei fondi regionali che non ha permesso a tanti Comuni di approntare i Bilanci di previsione, grazie alla sinergia con le imprese e le realtà associative della città, non abbiamo fermato il percorso culturale costruito in questi anni dalle passate Amministrazioni. Il Raduno, giunto alla 35° edizione, è l’espressione di quella cultura musicale e bandistica che coinvolge da oltre un secolo la nostra comunità».

 «Aver avuto grandi Direttori, come il M° Nino Cirinnà – ha aggiunto il Presidente Paolo Amenta –  che lo scorso anno durante la mia sindacatura abbiamo voluto ricordare e omaggiare nel decennale della scomparsa, è stato per Canicattini un pregio impagabile, dal punto di vista formativo ma anche di promozione della Banda, vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed esteri, e di questa straordinaria manifestazione sia in Italia che in Europa, come dimostrano i gruppi bandistici e gli ospiti d’onore di prestigio che ogni anno sono presenti a Canicattini Bagni».

«Abbiamo voluto rafforzare il ruolo culturale di una manifestazione che ha una sua identità forte e di valenza, costruita in tanti anni di successi – ha concluso il Presidente della Banda, Scaglione –. Aver deciso di intitolarla a chi ne ha gettato il seme e avviato la crescita, il M° Nino Cirinnà, è per noi, per tutto il Consiglio di Amministrazione, e per la stessa Amministrazione comunale che ha condiviso questa nostra proposta, un onore e motivo di orgoglio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *