breaking news

Augusta| Maritime forza 5, supera il Raba Gyor (5-1) e conquista il Torneo dell’Amicizia memorial Enzo Messina -Video

17 settembre 2017 | by Redazione Webmarte
Augusta| Maritime forza 5, supera il Raba Gyor (5-1) e conquista il Torneo dell’Amicizia memorial Enzo Messina<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Sport
0

Successo griffato dalla doppietta di Everton e dalle reti di Follador, Zanchetta e Lemine.

Cutrufo e Mangano

“Torneo dell’amicizia” memorial Enzo Messina non tradisce le attese. La finale disputata da Maritime Augusta e Raba Gyor è gara vera, dura, combattuta centimetro per centimetro. Gli ungheresi forti di una preparazione fisica più avanzata giocano con grinta e concentrazione, ricorrendo in alcuni casi anche alle maniere forti. Il Maritime, di contro, ha le gambe pesanti. Miki fa ruotare l’intero organico (un tempo ciascuno per i portieri Dal Cin e Putano), chiamando in causa tutti i protagonisti. Il biancoblu vanno sotto, ma si rimettono subito in carreggiata (1-1, Follador) dilagando nella ripresa con la doppietta di capitan Everton ed i gol di Zanchetta e Lemine (5-1).

PRE GARA. Il pomeriggio si apre con la presentazione della dirigenza, dello staff tecnico e dell’organico del Maritime Augusta, brillantemente condotta da Luca Baffo.  A seguire la società di casa sugella il gemellaggio con il Siracusa calcio, siglato dallo scambio di doni fra i due presidenti: Giuseppe Ciccarello e Gaetano Cutrufo; al club aretuseo è donata la maglia numero 10 dedicata al compianto Enzo Messina, indimenticato cofondatore e capitano del Villa Passanisi società madre del Maritime. Scambio di doni anche fra il presidente della Comitato Siciliano della Figc, Santino Lo Presti, ed il presidente del Raba Gyor e delegato Uefa per l’Ungheria Drucskò Zoltàn. Emozionante e toccante il momento della consegna da parte della dirigenza del Maritime di una targa ricordo ai genitori ed alla sorella di Enzo Messina.

Lo Presti e Zoltàn

TEMPO.  Si inizia con una prolungata fase di studio, interrotta da una ripartenza di Zanchetta: palla a lato. Il Maritime spinge, Chimanguinho ci prova da posizione impossibile senza fortuna. Miki fa ruotare l’intero organico, poi tocca a Mancuso riscaldare le mani del portiere avversario; il pericolo successivo lo confeziona Crema. Poi tocca Mancuso, la difesa ungherese si salva in extremis. Dura il lunghissimo equilibrio contro una formazione più avanti nella preparazione e di casa nell’élite round della Uefa Futsal Cup (l’equivalente della Champions League). Nel finale di tempo il quintetto ungherese prova anche il 5 vs 4, centrando la traversa. Sull’altro fronte palla buona per Ruiz, il portiere ungherese si supera.  Il Raba Gyor si schiera avanti col 5 vs 4  e trova con Martinez la deviazione vincente. A dodici  secondi dall’intervallo, Follador mette sul piatto l’esperienza e dalla distanza centra il pari con un gran sinistro a girare (1-1).

RIPRESA.  Nell’intervallo Miki e Manolo dialogano con la squadra, impartendo le contromisure giuste.  La ripresa si apre con il gol di Zanchetta che sfonda su punizione, il suo sinistro soprende Alasztics (2-1).  E’ un gol spacca partita. Il Raba Gyor risponde immediatamente schierandosi nuovamente col il portiere di movimento. La partita torna ad infiammarsi, i ritmi diventano alti e la sfera non si ferma un secondo. Il Maritime sfiora il tris con Lemine, ma a firmalo è capitan Everton con un tocco sotto che beffa portiere e difesa ospite (3-1). Il Raba Gyor cerca di rientrare in partita, ma incassa altre due reti griffate da Everton (doppietta per lui) e Lemine che fissano lo score finale (5-1)

Guarda il video

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com