breaking news

Augusta| Sarah Marturana, da vice a presidente in un 60 minuti -Video

20 settembre 2017 | by Redazione Webmarte
Augusta| Sarah Marturana, da vice a presidente in un 60 minuti<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Politica
0

Elezione scontata dell’esponente pentastellato a capo del consiglio comunale. “Sarò garante e collante, ascolterò tutti”. Assente l’intera amministrazione, Di Mare: “Un gesto bruttissimo!”.

Non è stata una sorpresa l’elezione del nuovo presidente del consiglio comunale di Augusta, Sarah Marturana, già vicepresidente dell’assise, eletta martedì sera dopo essersi dimessa qualche ora prima dalla carica.

Il voto si è svolto a scrutinio segreto, quattro voti sono andati a Biagio Tribulato e un voto a Lucia Fichera. Maggioranza di 16 consiglieri grillini quasi al completo, unico assente Uccio Blanco, presenti i 5 dell’opposizione di riferimento a Peppe Di Mare (che ha presieduto la seduta in quanto consigliere anziano): Salvo Aviello, Angelo Pasqua, Biagio Tribulato e Giuseppe Schermi. Assenti, invece, i 6 consiglieri che con un esposto a Prefettura, Procura, assessorato Enti locali e segretario generale avevano chiesto di spostare la seduta annunciando comunque la loro assenza in caso di prosieguo dei lavori.

A loro ha replicato in aula la stessa neo eletta Marturana con una nota inoltrata alle stese autorità: “La conferenza dei capigruppo è convocata ogni qualvolta il presidente lo ritiene opportuno o su richiesta di almeno tre componenti e questa richiesta non è avvenuta. Non avevo alcun obbligo di convocare i capigruppo in considerazione del fatto che il punto all’ordine del giorno era invariato”.

La convocazione – ha proseguito Marturana – è avvenuta secondo quanto prevede l’articolo 15 del regolamento. Gli stessi capigruppo avevano deciso di convocare il consiglio comunale per il 14 settembre e, a seguito di nuova data, uno solo dei componenti di capigruppo prediligeva la data del 18 settembre. Se avessi avuto un interesse personale avrei potuto accondiscendere alla data proposta dal consigliere, invece di convocarlo per il giorno successivo. Ho deciso democraticamente di scegliere questa data non per interesse personale. Quando si fanno esposti di questo tipo è corretto comprovarli con articoli di legge e con riferimenti al regolamento che ho osservato in maniera puntuale e precisa”.

Mi impegnerò di essere garante e collante, nei limiti del possibile, sapendo comunque che questo Consiglio comunale è stato molto difficile sia nella gestione che nelle interazioni tra i presenti – ha inoltre annunciato Marturana, fresca di nomina – e cercherò di ascoltare tutti per riuscire a trovare un punto di congiunzione e mettere le basi per una gestione al meglio del consiglio comunale”. 

Tra gli impegni in agenda, ha confermato la neo presidente, innanzitutto gli atti “fermi al palo” da tempo nel sommo rispetto del regolamento, il solo strumento, a suo dire, adeguato per riuscire a portare avanti i lavori del consiglio in maniera civile e democratica.

Unico neo: all’elezione della Marturana, la terza dall’inizio della legislatura a Cinque Stelle dopo Marco Patti e Lucia Fichera, non ha preso parte l’intera amministrazione. “Una caduta di stile, anzi, un gesto bruttissimo” ha apostrofato il gesto l’opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com