breaking news

Augusta| Il balletto delle responsabilità

25 settembre 2017 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il balletto delle responsabilità
Politica
0

Il consigliere comunale Marco Niciforo risponde alla nota del “maresciallo Casuccio”: Si passa dalla “è colpa delle passate amministrazioni” a “è colpa delle opposizioni”.

Nell’ottica dello scarica barile, strumento adoperato dal M5s per difendersi dal fallimento politico e dalla inconsistenza amministrativa, assistiamo ora al balletto delle responsabilità. Si passa dalla “è colpa delle passate amministrazioni” a “è colpa delle opposizioni”.

Restano solo belle parole di circostanza oltre che finte buone intenzioni, tutte le frasi sbandierate recentemente dal M5s in ordine alla volontà di un dialogo con le opposizioni.

Le dimissioni dei 4 vice presidenti di commissione, tutti appartenenti alla minoranza, non sono frutto di un’azione coordinata ma iniziative soggettive.

E sono il risultato del pessimo rapporto istituzionale tra le parti e dimostrano la volontà che si vuole stare lontano da questa maggioranza che ormai sta diventando un ostacolo per dare a questa città un chance per sopravvivere.

Invece di buttarla sempre in caciara, chiedo a questa maggioranza un gesto di grande responsabilità. Mettete da parte le polemiche sterili come quest’ultima uscita fatta dal consigliere Casuccio e non appena avrete occupato l’ultima poltrona disponibile di vice presidente del consiglio che, in aderenza alla storia recente, servirà per una futura carriera da Presidente, siate disponibili a parlare finalmente dei problemi della città.

I due consigli comunali monotematici già calendarizzati  su “Hotpost” e “Questione ambientale” saranno il banco di prova.

Sarà l’occasione per verificare se il maresciallo Casuccio e il suo gruppo di consiglieri di maggioranza sono stati richiamati all’ordine di scuderia cambiando idea sull’hotspot e per consegnare alla città i nomi di chi invece continuerà a difendere gli interessi del territorio confermando la stessa linea espressa nella mozione di indirizzo che ad oggi è rimasta carta straccia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com