breaking news

Lentini | Campagna agrumaria disastrosa, braccianti sul piede di guerra: la Flai-Cgil si appella alla Regione

29 settembre 2017 | by Silvio Breci
Lentini | Campagna agrumaria disastrosa, braccianti sul piede di guerra: la Flai-Cgil si appella alla Regione
Sindacale
0

La minore produzione agrumicola e il maltempo dello scorso inverno hanno causato una consistente riduzione delle giornate di lavoro. Per il sindacato necessari gli ammortizzatori in deroga. Il 12 ottobre manifestazione a Lentini dei braccianti del Siracusano, del Catanese e del Calatino.

Operai agricoli sul piede di guerra. Braccianti nuovamente sul piede di guerra dopo una campagna agrumaria disastrosa. La minore produzione agrumicola e il maltempo persistente dello scorso inverno hanno infatti causato una consistente riduzione delle giornate di lavoro. Migliaia di lavoratori si sono improvvisamente ritrovati con salari dimezzati, condizione che si traduce poi in una minore indennità di disoccupazione e in minori contributi previdenziali.

Cosa chiede il sindacato alla Regione. La Flai-Cgil chiede alla Regione di versare all’Inps i contributi previdenziali relativi alle giornate lavorate nel 2016. A sei mesi di distanza dall’apertura della vertenza, sono rimaste finora tutte inascoltate le rivendicazioni sindacali avanzate ufficialmente lo scorso marzo nel corso di una affollatissima assemblea alla Camera del Lavoro di Lentini alla presenza del segretario generale della Cgil di Siracusa, Roberto Alosi, e del segretario regionale della Flai, Alfio Mannino, con i segretari provinciali Domenico Bellinvia di Siracusa, Pino Mandrà di Catania e Nuccio Valenti di Caltagirone. La Cgil chiede in pratica alla Regione un intervento a sostegno dei lavoratori che sono stati impegnati quest’anno per un numero di giornate ridottosi drasticamente almeno del 50% rispetto alle annate precedenti. «Quello che chiediamo alla Regione – spiega il sindacato – è di attivare un provvedimento analogo a quello adottato in Puglia, ovvero i cosiddetti ammortizzatori in deroga». Secondo i calcoli della Flai, servirebbero per tutti i braccianti delle tre aree maggiormente investite dalla crisi, ovvero quella di Lentini, Carlentini e Francofonte e quelle del Calatino e del Catanese, circa 5 milioni di euro.

Appello anche a Roma. Ma non è solo il Governo regionale l’interlocutore del sindacato dei lavoratori del settore agroindustriale della Cgil. L’altra controparte è anche a Roma. Al Governo nazionale la Flai chiede da tempo che il lavoro in agricoltura venga equiparato ai lavori gravosi. In mancanza di risposte, la Flai torna a chiamare i braccianti alla mobilitazione per sollecitare il Governo regionale ad aprire un serrato tavolo di confronto con l’obiettivo di trovare una concreta soluzione che “ammortizzi” la crisi che ha investito i lavoratori agricoli. Per il 12 ottobre è in programma a Lentini una imponente manifestazione interprovinciale che coinvolgerà i braccianti del Siracusano, del Catanese e del Calatino.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com