breaking news

Siracusa| Studenti contro l’alternanza scuola-lavoro -Video

13 Ottobre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Studenti contro l’alternanza scuola-lavoro<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Attualità
0

Anche Siracusa risponde bene alla giornata di mobilitazione studentesca nazionale scendendo in piazza per protestare contro una scuola “non scuola”: “Formazione? Lavorare gratis nelle aziende è sfruttamento minorile”.

Il corteo è partito dal Pantheon alla volta di Piazza Archimede. Un malcontento diffuso in tutta Italia e che qui in città viene raccolto dall’Unione degli Studenti in prima linea in questa forma di “lotta” pacifica che grida: “Ora i conti li fate con noi!”.

Appello rivolto al governo nazionale: “E’ il Nostro tempo” – urlano ancora gli studenti arrabbiati contro un sistema scuola che non garantisce i diritti basilari.

Al centro della protesta il no all’alternanza scuola-lavoro. Gli studenti non vedono di buon grado questa formula che li forma e li introdurrebbe nel mondo del lavoro dopo qualche mese di stage presso le aziende. Un meccanismo che scatta al terzo anno di liceo o istituto professionale. Per esempio, il Linguistico formerà sul posto “futuro” di lavoro guide turistiche, l’Alberghiero porterà aspiranti cuochi nelle cucine di hotel e ristoranti o nelle mense. E cosi via. Ovviamente, si lavora senza un tornaconto economico se non di arricchimento personale.

Ma i ragazzi non ci stanno. Si sentono sfruttati, dicono: “Siamo contro perchè si è venuta a creare una situazione in cui molte persone hanno perso il lavoro essendo sostituite dai noi giovani studenti. Scattano meccanismi di mafia all’interno dell’aziende – azzardano gli studenti in protesta – per avere in cambio braccia lavoro completamente gratis. Non è giusto nè per no nè per chi perde il posto di lavoro per colpa nostra”.

Siamo costretti talvolta a sottoporci a dei lavori pesanti – esclama una studentessa –  come portare carichi di fotocopie, stare in piedi tutto il giorno e cosi via, tutto questo finisce per diventare sfruttamento minorile bello e buono”.

Nell’ambito della manifestazione ci sarà anche un breve momento di riflessione dedicato all’educazione sessuale: verranno lanciati sulla folla dei preservativi, chiaro incoraggiamento all’uso quale forma di precauzione, mai abbastanza”.

GUARDA LE INTERVISTE REALIZZATE AD AUGUSTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com