breaking news

Siracusa| Autorità Portuale, puntare verso Suez!

26 Ottobre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Autorità Portuale, puntare verso Suez!
Sindacale
0

Al via la tavola rotonda su Infrastrutture e Intermodalità Cgil Cisl e Uil a Palazzo Vermexio con l’assessore regionale Bosco: “Competizione con Catania? Concorrenza di bassa lega”. Presenta anche il commissario Autorità Portuale Augusta, Annunziata: “Verso una industria moderna del Mediterraneo, ma prima i servizi di accoglienza, protezione e sicurezza del porto”. 

“Concorrenze di basso livello con Catania, a me interessa il benessere e la salute dei siciliani”. Cosi l’assessore regionale ai Trasorti Luigi Bosco, catanese, a proposito del contenzioso Autorità Portuale, ospite stamane a Siracusa al convegno promosso dai sindacati. Al Vermexio si discute anche dei massimi sistemi, del ponte sullo Stretto, mentre il porto commerciale megarese aspetta il suo definitivo rilancio dagli anni 90.

Bosco ha la sua  visione: “Il porto di Augusta  ha la stessa dignità dell’aeroporto di Catania che è il piu importante scalo del Mezzogiorno coi suoi 9 milioni di passeggeri. Allo stesso modo, il porto di Augusta ha una posizione strategica nel Mediterraneo come nessuno. Se riusciamo ad intercettare il traffico di grandi container dal Canale di Suez, che devono fare il giro dallo Stretto di Gibilterra, è  possibile drenare e di molto questo traffico a beneficio del primo grande porto della Sicilia”.

Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità Portuale di Augusta: “La missione strategia da realizzare nei tempi piu veloci possibili è avere una industria più moderna del Mediterraneo con gli investimenti da fare ma anche con le risorse europee. Suez, il centro del Mediterraneo, d’accordo. Ma senza le infrastrutture adeguate, ferrovie, strade e aeroporto, non possiamo andare avanti. Intanto, l’immobilismo burocratico italiano non è mai stato attenzionato come dovrebbe. L’importante è avere il coraggio. Non è possibile, abbiamo una miniera in Sicilia. perche non sfruttarla per intero? Prima di avere un porto moderno occorrono piazzali e protezioni adeguati. Una industria che funzioni con costi competitivi sul mercato e in grado di attrarre gli armatori. Container. Se attrezziamo la nostra infrastruttura portuale in maniera moderna avremmo tanti investimenti in più, specie se va avanti la questione Zes”.

La competizione Siracusa -Catania? Superata! La sede è Augusta sino a prova contraria. Da pochi giorni abbiamo avuto l’ok da Trenitalia per la tratta ferrata Porto – Aeroporto. Siamo a buon punto, spendiamo i primi dodici milioni per la diga foranea per mettere in sicurezza tutto il porto altrimenti non possiamo attrarre le navi da Suez”.

Insomma, stamane sono state prospettate all’assessore regionale Bosco tutte le vere criticità e marginalità della provincia siracusana. Come il caso del treno promesso che da Siracusa porti direttamente in aeroporto. “Da assessore mi sono impegnato per la stazione aeroporto che consente oggi a Siracusa, Caltanissetta, Messina di arrivare direttamente in aeroporto con la navetta .- ha affermato Bosco -. Una iniziativa dal costo limitato, e dal prossimo anno partirà il servizio da Siracusa”.

La fermata all’aeroporto da Siracusa ci sarà? E’ stato già stipulato il contratto servizi con Trenitalia anche se sarà il prossimo governo ad adottarlo: dieci treni da Siracusa verso Catania. L’alta velocità? No ci può essere se non c’è il ponte sullo Stretto. E nel 2024 la Catania- Palermo in un ora e 40 minuti su ferro contro le quasi tre ore in auto non sicuramente confortevoli. In cantiere piccoli passi di una grande rivoluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com