breaking news

Pachino| Denunciato responsabile di quattro furti

11 novembre 2017 | by Redazione Webmarte
Pachino| Denunciato responsabile di quattro furti
Cronaca
0

Rinvenuta una scatola contenente munizionamento consistente in 5 cartucce di cui tre calibro 7,65 e due 7,62 – munizionamento da guerra. L’uomo è stato denunciato. Trovata anche la refurtiva quasi tutta restituita ai legittimi proprietari; collane, blocchetti di assegni e un anello.

Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di P.S. di Pachino, hanno denunciato per i reati di  ricettazione e di detenzione di munizionamento T. M. (classe 1977), residente a Pachino, già noto alle forze di polizia e sottoposto all’obbligo di dimora e all’affidamento ai servizi sociali.

Il 6 novembre scorso, personale del Commissariato di P.S, di Pachino, intervenuto a seguito di 4 furti perpetrati tra il 2 e il 5 novembre, ha svolto una celere attività investigativa che si è conclusa con la perquisizione domiciliare presso il domicilio di T. M. La perquisizione ha dato esito positivo, infatti, all’interno dell’abitazione è stata rinvenuta una scatola contenente munizionamento (consistente in 5 cartucce di cui tre calibro 7,65 e due 7,62 – munizionamento da guerra.).

Inoltre, nel corso dell’attività di P.G., sono stati rinvenuti e sequestrati un carnet di assegni e oggetti di bigiotteria di sospetta provenienza furtiva. I successivi accertamenti consentivano di risalire ai proprietari di un anello, di due collane e di un blocchetto di assegni che, previo riconoscimento, venivano restituiti ai legittimi proprietari che, nei giorni precedenti, si erano rivolti alla Polizia per denunciare i rispettivi furti patiti.

Pertanto, alla luce di quanto esposto, si aveva pieno riscontro che presso il domicilio del T.M. erano stati rinvenuti soltanto parte degli oggetti sottratti in quattro diversi furti, di cui tre in abitazione e uno su mezzo di trasporto, avvenuti in un periodo temporale ravvicinato, tra il 2 e il 5 novembre scorsi. Per tali riscontri il T.M. è stato denunciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *