breaking news

Siracusa| Attentati. Associazioni, sindacati, stampa: confidiamo nella magistratura

15 novembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Attentati. Associazioni, sindacati, stampa: confidiamo nella magistratura
Attualità
0

Si allunga la catena di solidarietà per quanto accaduto al sindaco Garozzo e alla sua famiglia caduta nel terrore dell’intimidazione. Le associazioni di volontariato condannano il vile e barbaro gesto che nell’ultimo periodo si sta perpetrando in città.

Di fronte a questo ennesimo episodio le associazioni dichiarano la massima solidarietà al sindaco  Garozzo e a tutti gli esercenti che hanno subito attentati e comunicano che non rimarranno a guardare e si opporranno a qualsiasi tentativo di condurre la città nel baratro.

A Siracusa ci sono tante forze sane ed energie positive, c’è una società civile che eviterà in tutti i modi di far precipitare questa città nell’incertezza e nella paura. Fiduciosi dell’operato delle forze dell’ordine, le associazioni si riuniranno al più presto per stabilire le forme e le modalità migliori per contribuire ad arginare questa escalation criminale.

Il documento è firmato dal Contenitore del Terzo Settore e dalle associazioni: Ambiente e Salute, Anffas Onlus Siracusa, Angolo Siracusa, Angsa, ANOLF Siracusa, Arci Siracusa, ArciRagazzi Siracusa, AssoFaDi Onlus Siracusa, Astrea in memoria di Stefano Biondo, Auser circolo Siracusa, Auser provincia Siracusa, C.A.I. sezione di Siracusa, Comitato Attivisti Siracusani, Co.Pro.Dis. Coordinamento per le disabilità, Fantasticheria, Gruppo Mamme Siracusa, Libera Nomi e Numeri contro le mafie, Legambiente Siracusa, Lo Scrigno di Aretusa, Mondo Nuovo, NINFEA, Noi Cuori e Colori, Rete Centri Anti Violenza di Raffaella Mauceri, Rifiuti Zero Siracusa, Sos Tagesmutter Madri di Giorno, Stonewall GLBT, ValorAbile,  Zuimama Arciragazzi.

«Un atto vile che colpisce ogni siracusano e che condanniamo con la fermezza di chi vuole difendere la democrazia e l’onestà di un’intera città.» Così, i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil territoriali, Roberto Alosi, Paolo Sanzaro e Stefano Munafò, hanno espresso la solidarietà del sindacato unitario al sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo, vittima di un attentato incendiario.

«Quanto accaduto – continuano i tre segretari – rappresenta un vile atto nei confronti del primo cittadino e di una intera comunità. Un evento che riteniamo di particolare gravità non solo per l’attacco alle istituzioni – di cui il sindaco è espressione- ma anche perché consumato in un momento di recrudescenza della criminalità, come si evince dagli atti intimidatori ai danni di esercenti e commercianti.

Siamo certi che le forze dell’ordine sapranno accertare in poco tempo le responsabilità e giungere agli autori del deprecabile gesto. Riteniamo che debba tornare alta la soglia dell’attenzione, cosi come la società civile deve tornare a far sentire forte la sua voce.»

Esprimo tutta la mia solidarietà al Sindaco Giancarlo Garozzo ed a sua moglie, vittime di un vile attentato incendiario”. A dichiararlo, Sofia Amoddio del PD. “Gli episodi criminali che negli ultimi giorni hanno colpito la nostra città, con gli ordigni piazzati davanti alle vetrine e per ultimo, l’incendio dell’auto del Sindaco, rappresentano fatti gravissimi che la città non può e non deve tollerare”. “Mi auguro che le forze dell’ordine individuino quanto prima i responsabili e che la città si mobiliti per gridare un no secco a tutte le derive criminali”.

La segreteria della sezione siracusana di Assostampa, interpretando il sentire comune di tutti i colleghi, esprime solidarietà al Sindaco Giancarlo Garozzo vittima di un attentato incendiario. “Quanto accaduto manifesta chiaramente un malessere sociale che i giornalisti, quotidianamente sul campo, raccontano puntualmente informando e denunciando – ha dichiarato il segretario provinciale Prospero Dente -. Gli episodi di queste ultime settimane, con una serie di avvertimenti a commercianti siracusani, ripropongono vecchi scenari di tensione e paura che meritano attenzione e impongono vicinanza a tutte le vittime.

Come manifestato da molti in queste ultime ore, l’episodio che ha avuto come protagonista il Sindaco colpisce ogni singolo cittadino. Ognuno di noi, nell’ambito del proprio ruolo sociale, ha il dovere di non abbassare la guardia e reagire contro chi vuole imporre paura e tensione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com