breaking news

Siracusa| Strade comunali gruviera. In via Mozia ci scappa il ferito!

15 novembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Strade comunali gruviera. In via Mozia ci scappa il ferito!
Cronaca
0

Via Mozia un terreno di guerra. Buche, voragini, trincee. Sino a quando non ci è scappato il….ferito. Un postino è caduto rovinosamente col suo motorino. Sul posto l’ambulanza. I residenti si preparano a scendere sul piede di guerra. In viale Tisia commercianti si inventano muratori fai da te e ripristinano il marciapiede pericoloso.

Per fortuna, solo ferito il postino in motorino che si era recato qualche giorno fa a consegnare la posta nei vari domicili di via Mozia. Se la caverà con pochi giorni di prognosi. Ma la rabbia resta dei residenti della traversa, per intenderci, che dalla rotatoria di via Guardo (Pizzuta) porta all’incrocio con l’ex ONP.

La strada è di pertinenza del Comune di Siracusa. Cosi riferiscono i residenti che hanno più volte sollecitato l’amministrazione ad intervenire. Il manto stradale è inesistente, la pioggia torrenziale di questi giorni ha completamente allagato la strada che è diventata un vero pericolo per pedoni, automobilisti e anche per il povero postino in  motorino che è dovuto ricorrere l’altro giorno alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso per un braccio rotto.

Violenta la caduta. Evidentemente, il portalettere non ha notato la buca ricolma d’acqua o di pietrisco e cosi vi è finito dentro con conseguenze immaginabili  per la sua incolumità. L’ambulanza è giunta sul posto in pochi minuti allertata dai residenti della zona. Che adesso dicono basta e si organizzano per una protesta eclatante visto il silenzio e l’indifferenza del Comune.

Tappa buche fai da te, allora? Sarebbe questo il suggerimento  dato dall’amministrazione comunale? Qualcuno ha pensato cinicamente di accettare il consiglio celato e ha posto una soluzione eliminando i pericoli per pedoni e disabili in carrozzina che si trovassero a passare sui marciapiedi vetusti di Viale Tisia.

E cosi soci Cenaco con cazzuola e cemento hanno ripristinato le mattonelle del marciapiede antistante l’ingresso del loro negozio. Un buon esempio di “civismo”. Peccato che, paradossalmente, il Comune sanziona chi interviene. Assurdo! (r.t.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com