breaking news

Siracusa| Non una ma due marce contro gli attentati

19 novembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Non una ma due marce contro gli attentati
Cronaca
0

Giovedì 30 la società civile scende in piazza per manifestare in nome della legalità contro la recrudescenza criminale di questi ultimi giorni. Cordone solidale imponente di associazioni, amministrazione comunale, quartieri e Cna. Capofila Libera.

Non una ma due manifestazioni per la legalità. La prima il 30 novembre con l’associazionismo e l’amministrazione comunale. Successivamente saranno i sindacati a scendere in piazza. Ancora non è stata stabilita la data. Intanto, nell’incontro pubblico tenutosi presso la sede della Circoscrizione Santa Lucia, promosso dall’associazione Libera con la partecipazione di tante associazioni siracusane, si è deciso di programmare iniziative di impegno comune e di sensibilizzazione, alla luce degli eventi criminali che si sono verificati nell’ultimo periodo a Siracusa, non ultimo l’evento di questa mattina in viale Tica, che hanno turbato la serenità delle cittadinanza e l’economia del  territorio, diffondendo timore ed incertezza.

Tutte le associazioni hanno concordato di attivarsi per far emergere la Siracusa positiva, legale, che non vuole piegarsi di fronte a tanta impetuosa e pressante criminalità, avviando un percorso che veda le Associazioni, quale società civile, sempre presenti e in modo attivo nei diversi quartieri della città.

La prima iniziativa concordata sarà un corteo, che si snoderà per le vie della città giovedì 30 novembre mattina, con il coinvolgimento di tutti i commercianti, gli artigiani, le scuole, le istituzioni e i cittadini, che crei una grande mobilitazione, lanci messaggi di legalità e responsabilità e faccia sentire, a chi in questo momento necessita di sostegno per reagire, che nessuno è solo e che la collettività ha deciso di essere compatta.

Presenti, oltre le associazioni, che si occupano prettamente di legalità, quali Libera e l’Antiracket S. Raiti, anche Angolo Siracusa, Arci Siracusa, ArciRagazzi Siracusa, Astrea in memoria di Stefano Biondo, C.A.I. sezione di Siracusa, CNA, Forum delle donne, Il Principe e la Luna, Legambiente Siracusa, Lo Scrigno di Aretusa, Rifiuti Zero Siracusa, SOS Siracusa, Stonewall GLBT, Unione degli Studenti, Zuimama Arciragazzi, Presidenti dei quartieri Borgata, Akradina, Grottasanta e tante le altre che, pur impossibilitate a presenziare, aderiscono.

Importante e significativa in questo momento la presenza e il contributo in idee e confronto da parte dei rappresentanti della Ass. Antiracket Raiti, della CNA di Siracusa e dei Presidenti dei quartieri Borgata, Akradina, Grottasanta e dei commercianti presenti.

“Una grande manifestazione di cittadini per fronteggiare quanti pensano di piegare con la paura il percorso di legalità che Siracusa porta avanti ogni giorno grazie al lavoro onesto e all’impegno delle istituzioni. Chiederò a tutte le forze politiche, le OO.SS., le associazioni degli artigiani, dei commercianti, le associazioni antiracket e di volontariato ai cittadini ed ai capigruppo consiliari, un incontro aperto a tutti per stabilire le modalità e le parole d’ordine della mobilitazione”.

Lo ha dichiarato il presidente del consiglio comunale Santino Armaro,  all’indomani della proclamazione di una manifestazione per il 30 novembre da parte di una lunga serie di associazioni, con lo scopo di sostenere l’iniziativa e allargarne la partecipazione.

“La mobilitazione del mondo dell’associazionismo – afferma il presidente Armaro – è assolutamente lodevole ed è sintomo di una forte sensibilità, ma sarebbe sbagliato se tutte le iniziative, comprese quelle dei sindacati, non trovassero un punto di sintesi. Siamo impegnati per l’affermazione della legalità, nella società e nelle istituzioni, quindi penso che il luogo dove confrontarci e decidere tutti insieme sia la sede dell’organo rappresentativo di tutti i siracusani, Palazzo Vermexio.

Bisogna evitare che si manifesti dando la sensazione di una divisione che nei fatti non esiste. Sono già al lavoro per organizzare un incontro preparatorio, che conto di tenere nei prossimi giorni, e il posto naturale non può che essere l’aula del Consiglio Comunale”.

“Anche CNA Siracusa, da sempre accanto agli imprenditori onesti vittime della criminalità organizzata, aderisce al corteo per la legalità promosso da Libera per il prossimo 30 novembre”. A parlare sono Innocenzo Russo e Gianluca Bottaro, rispettivamente presidente provinciale e cittadino di CNA Siracusa.

“Alla luce di quanto accaduto recentemente nel nostro territorio, con l’escalation di attentati a danno di piccoli imprenditori soci di CNA e culminati poi con quello al Primo Cittadino di Siracusa, Giancarlo Garozzo, accogliamo con soddisfazione l’iniziativa di Libera, supportata da numerose associazioni del territorio.

Per questo motivo – continuano Russo e Bottaro – in coerenza con il nostro atteggiamento che ci ha visto in questi anni sempre schierati in prima linea contro la mafia, giorno 30 novembre saremo per strada a sfilare in corteo insieme alle forze sane della città.

Lanceremo un messaggio – concludono Russo e Bottaro – a chi pretende di gettare Siracusa nello sconforto e nella paura: i cittadini, ne siamo sicuri, non lo permetteranno”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com