breaking news

Siracusa| “Mettersi in gioco” con “diversamente rosa”

14 Dicembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| “Mettersi in gioco” con “diversamente rosa”
Cronaca
0

Torna domani venerdì 15 dalle ore 9 all’Antico Mercato di Ortigia in via Trento, l’appuntamento con “Mettersi in gioco”, il programma di formazione dedicato alle “Startup” e agli studenti.

Il tema dell’appuntamento ideato dall’assessorato alle Attività produttive per domani è “Diversamente Rosa” con l’obiettivo di scoprire le possibilità lavorative offerte da professionalità portate avanti da donne con mestieri che prevalentemente appartengono a un mondo al maschile.

L’idea rientra nel percorso legato al bando per le start up lanciato dall’amministrazione comunale subito dopo l’insediamento con l’obiettivo di finanziareogni anno 18 nuovi progetti assegnando 10 mila euro a fondo perduto

Come già avvenuto nel primo evento, l’incontro è stato organizzato in tavole rotonde con i partecipanti che avranno15minuti, scanditi da un timer, per i propri interventi. Nel corso della mattinata anche uno speed date con incontri one to one tra chi ha avviato con successo start up e gli studenti che avranno così una possibilità di confronto e approfondimento per elaborare idee di sviluppo per nuovi business.

All’incontro parteciperanno Silvia Spadaro, assessore alle Attività produttive del Comune di Siracusa, Roberta Boscarino, assessore alle Politiche scolastiche del Comune di Siracusa,  il capitano Rossella Capuano (foto), comandante dei Carabinieri della compagnia di Augusta, Adriana Tona, capostazione Ferrovie dello Stato, Lucia Zappulla, illustratrice, Bernadette Lo Bianco, disability manager e Dora Intagliata, chirurgo estetico.

“Abbiamo avvitato questo percorso – ha dichiarato l’assessore Silvia Spadaro – puntando sulla formazione che riteniamo fondamentale per avviare  nuovi progetti start up che siano fonte di lavoro per il territorio, durature nel tempo.

L’affermazione delle pari opportunità porta anche le nostre giovani  a poter affacciarsi a professionalità redditizie, appartenenti fino ad oggi ad un mondo maggiormente maschile. Costruttivo il confronto con chi ha creato la propria attività, spesso con grandi sacrifici. Siamo assolutamente convinti che questo tipo di attività, che consentono agli studenti di conoscere realtà affermate, sia la strada giusta per dare ai giovani opportunità di lavoro e fornire loro idee e conoscenze per sviluppare i propri progetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com