breaking news

Augusta| Vinciullo: la Regione revochi la concessione a titolo gratuito dei locali dell’ex Asi

18 gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Vinciullo: la Regione revochi la concessione a titolo gratuito dei locali dell’ex Asi
Politica
0

Il  Cas (centro di accoglienza straordinaria) per migranti è destinato a sorgere nell’ex sede dell’ex consorzio Asi. L’ex deputato regionale, Vincenzo Vinciullo incalza il governo siciliano chiedendogli se sia a conoscenza della cessione, a titolo gratuito, della struttura al ministero dell’Interno.

“Negli ultimi mesi autorevolissimi esponenti dei partiti che oggi sono al governo della Regione – ricorda VInciullo – si sono recati ad Augusta promettendo che si sarebbero opposti alla realizzazione di nuovi centri di accoglienza per migranti e che avrebbero tutelato, difeso e garantito agli augustani un futuro certo, libero da conseguenze legate alla presenza di uno o più centri per l’accoglienza, a vario titolo, delle persone he sbarcano nei porti italiani.

Vinte le elezioni, hanno dimenticato gli impegni assunti prima e durante la campagna elettorale. Hanno dimenticato di aver garantito su una opposizione vera, reale e intransigente alla realizzazione di nuove strutture e centri di accoglienza straordinaria per migranti”. L’ex presidente della commissione Finanze e Bilancio all’Assemblea regionale siciliana rivendica la propria coerenza, dicendosi oggi, come ieri, contestatore della nascita di questi centri, sia dentro il porto sia fuori dal perimetro dello scalo.

“E non solo continuo a contestare la realizzazione del Caps (Centro attrezzato di primo soccorso) che verrà utilizzato per 4 anni all’interno del porto di Augusta- aggiunge Vinciullo – ma contesto anche la realizzazione del Cas, che dovrebbe sorgere all’interno di locali di proprietà dell’ex consorzio Asi di Siracusa, in territorio del comune megarese, concessi a titolo gratuito al ministero dell’Interno.

E poiché il governo regionale e i suoi autorevoli esponenti sia regionali sia nazionali dichiaravano di essere contrari alla realizzazione di queste strutture per migranti, finché erano all’opposizione, ora mi rivolgo a essi ponendo loro le seguenti domande: il governatore della Regione siciliana, il suo assessore delle Attività produttive, i deputati che compongono la sua maggioranza, sono informati del fatto che, negli anni passati, nel silenzio più assordante, il commissario dell’Irsap ha ceduto, a titolo gratuito, questa sede al ministero dell’Interno per realizzare una nuova struttura a servizio dei migranti?

Vuole ancora il governo regionale, come gli struzzi, mettere la testa sotto la sabbia e fare finta che non esista questa cessione di beni, a costo zero? Vuole il governo siciliano, insieme con i suoi autorevoli esponenti politici, contestare questa decisione oppure, cosa ben più grave, coprendosi dietro l’ignoranza e la mancata conoscenza dei programmi del ministero dell’Interno per la provincia di Siracusa, lasciargli il possesso dell’ immobile e, così, essere complice di questo ulteriore danno che verrà arrecato alla provincia di Siracusa, facendo nascere un nuovo centro di accoglienza straordinario per migranti ad Augusta?

Fino ad oggi – conclude Vinciullo – potevano nascondersi dietro la loro ignoranza, oggi facciamo conoscere ai deputati, alla giunta regionale e alla maggioranza come stanno le cose e, di conseguenza, l’ignoranza si trasformerà in complicità nel caso in cui il governo siciliano non revocherà l’assegnazione a titolo gratuito dei beni immobiliari della Regione al ministero dell’Interno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com