breaking news

Augusta| Il reparto di rianimazione di Lentini non è stato istituito dall’Asp: replica del commissario Brugaletta

31 Gennaio 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Il reparto di rianimazione di Lentini non è stato istituito dall’Asp: replica del commissario Brugaletta
Sanità
0

Il reparto di rianimazione di Lentini non è stato istituito con la delibera del 2013 dell’Azienda sanitaria provinciale  di Siracusa ma dall”ultimo Decreto assessoriale di rimodulazione della rete ospedaliera numero  629 del 2017” E’ quanto afferma il commissario dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta rispondendo alle dichiarazioni di Giuseppe Vaccaro, medico anestesista -rianimatore sul depotenziamento dell’ospedale di Augusta.

Brugaletta chiarisce che la delibera a cui fa riferimento Vaccaro attiene a una precedente amministrazione “che, peraltro – puntualizza il commissario dell’Asp di Siracusa –  non ha mai avuto seguito visto che la rianimazione a quel tempo non fu mai attivata e che i fondi di cui all’articolo 6 comma H della legge regionale 5 del 2009 (che prevede risorse aggiuntive per i comuni che insistono in aree industriali) non sono mai stati utilizzati per le rianimazioni ma soltanto per i progetti di prevenzione individuati dall’assessorato regionale della Salute. L’apertura delle rianimazioni oggi negli ospedali di Avola e Lentini, pertanto, deriva dalle attuali disposizioni di legge ed è stata inserita nella seconda annualità del piano triennale delle assunzioni approvato da tutte le organizzazioni sindacali e dall’ assessorato regionale della Salute e non esclude la successiva realizzazione dell’oncoematologia e degli altri reparti destinati all’ospedale Muscatello nel rispetto della programmazione regionale e locale.

Salvatore Brugaletta si dice ben consapevole dell’importanza strategica del presidio ospedaliero di Augusta “che – conclude – sarà completato nei modi e nei termini previsti ma occorre fare sempre chiarezza e non ingenerare confusione e polemiche che non giovano all’interesse comune di condivisione nelle attività di sviluppo del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com