breaking news

Carlentini | Omicidio di Salvatore Ragusa, domani l’autopsia sul cadavere

27 Febbraio 2018 | by Silvio Breci
Carlentini | Omicidio di Salvatore Ragusa, domani l’autopsia sul cadavere
Cronaca
1

A pieno ritmo le indagini dei carabinieri che starebbero privilegiando la pista privata. Ancora inspiegabile l’efferatezza del delitto che ha sconvolto due città.

Domani l’autopsia. Obitorio dell’ospedale di Lentini. È lì che domani il medico legale Orazio Cascio effettuerà l’autopsia sul cadavere di Salvatore Ragusa, il 32enne assassinato all’alba di ieri, con quattro colpi di pistola calibro 7.65, a pochi passi dall’ingresso del condominio nel quale abitava, in piazza Concetto Marchesi, pochi alberi, qualche panchina e una fitta cintura di edifici costruiti all’inizio degli anni Novanta, nel pieno del boom edilizio che portò alla nascita di quella che è oggi la zona di espansione di Carlentini Nord, un quartiere cuscinetto con migliaia di residenti vicino all’abitato di Lentini ma fisicamente in territorio di Carlentini.

La ricostruzione del delitto. Quattro colpi esplosi da distanza ravvicinata da un sicario – forse due – che evidentemente conosceva molto bene le abitudini della vittima. Ieri mattina si è nascosto e ha atteso che l’uomo uscisse dal portone dell’edificio condominiale. Tutto – secondo quanto ricostruito dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale e della compagnia di Augusta, guidati rispettivamente dai capitani Vincenzo Alfano e Rossella Capuano – è accaduto tra le 6.30 e le 6.45. Salvatore Ragusa, incensurato, sposato e padre di una bambina di pochi anni, stava andando a lavoro. Non ha neppure avuto il tempo di salire sulla sua utilitaria, una Fiat 600 di colore bianco. Il killer ha esploso i colpi in rapidissima successione, centrando la vittima al torace e alla testa. Poi è fuggito lasciando a terra in una pozza di sangue il corpo dell’uomo.

Le indagini. Una esecuzione in piena regola secondo le modalità della criminalità organizzata, ma che non avrebbe nulla a che fare con la criminalità organizzata. I carabinieri, le cui indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Siracusa, Tommaso Pagano, non sembrano voler trascurare alcuna ipotesi, anche se la più battuta sembrerebbe la pista privata. Per questo sono stati già sentiti la moglie – dalla quale sembra si stesse però separando – e i genitori dell’uomo. Nel tentativo di sapere, di conoscere ogni particolare della vita privata di Salvatore Ragusa, incensurato, da tutti considerato un ragazzo educato, con la testa sulle spalle, un lavoratore che si dava da fare come operaio o bracciante agricolo, ma anche come cameriere in un agriturismo della zona. Nel tentativo, insomma, di comprendere il movente di una così efferata esecuzione che ha sconvolto le due città di Carlentini e Lentini dove Salvatore Ragusa era conosciuto.

© Riproduzione riservata

One Comment

  1. Giuseppe says:

    Certo che chi ha commesso un delito di questa efferatezza a dir che fa schiaffo e poco. mi auguro che le indagini procedano con la massima celerità e soprattutto che gli autore vengano scoperti e rinchiusi in Carcere.. almeno avranno giustizia i bimbi orfani del papa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com