breaking news

Siracusa| Stamattina protesta la Polizia Penitenziaria

Siracusa| Stamattina protesta la Polizia Penitenziaria
Sindacale
0

Seconda manifestazione di protesta dell’Ugl Polizia penitenziaria stamane davanti alla Prefettura. Le problematiche si sono aggravate dentro le carceri,

Nonostante la manifestazione di protesta del 14 scorso, le problematiche dentro le carceri si sono aggravate ancora di più, cosi la polizia penitenziaria dell’Ugl torna a protestare e lo farà stamattina davanti alla Prefettura.

Lungo l’elenco delle cause riportate dalla Ugl nella nota sindacale: “Vista la decisione dell’Amministrazione di aprire la nuova struttura presso la C.C. di Siracusa, senza preoccuparsi minimamente di bilanciare i carichi di lavoro a cui sono esposti ingiustamente i lavoratori del Corpo evidenziando, altresì, anche politiche ostili all’integrazione di ulteriori unità;

Visto il silenzio inaudito da parte della Direzione del predetto istituto anche verso chi, come la scrivente O.S., è stata più volte disponibile a confrontarsi per trovare insieme una soluzione – anche in parte- delle problematiche in esame;

Considerato l’appesantimento – insostenibile – dell’attività lavorativa degli agenti di p.p. in forza presso la struttura in oggetto, derivante da turni di servizio oltre l’orario consentito e, talvolta, anche dall’allungamento del servizio per due turni conseguitivi, nonché dall’ordinario accorpamento – inverosimile – di più posti di servizio;

Vista l’incapacità dell’Amministrazione di stilare un progetto funzionale che preveda che il servizio programmato mensile del personale del Corpo sia improntato su 4 quadranti così da alleviare i sacrifici a cui è sono esposti i lavoratori;

Visti gli incresciosi fatti che negli ultimi tempi hanno interessato la Casa Circondariale di Siracusa (violente aggressioni al personale da parte dell’utenza, ecc. ecc);

Vista l’indisponibilità, di questa Amministrazione, ad attivare qualsiasi procedura, per poter garantire i diritti minimi del personale dipendente, unitamente a carichi di lavoro accettabili ed a misure atte a preservare l’integrità anche fisica del personale dipendente sottoposto a continui fattori di rischio;

 “Vista la precarietà di mezzi presso il locale Nucleo traduzioni e piantonamenti, oggi più che mai insufficienti e inidonei;

 “Visto le carenze strutturali, in alcuni casi è evidente la mancanza delle norme basilari riguardanti la sicurezza nei luoghi di lavoro;

 “Vista la carenza vestiario, assenza d’idonee forniture, le divise sono indecorose e logore e persiste la mancanza di distintivi di qualifica. Per queste ragioni, l’Ugl ha chiesto al Prefetto di Siracusa di incontrare una delegazione sindacale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com