breaking news

Augusta| Saline eutrofizzate e sede di discarica, denuncia di Schermi

Augusta| Saline eutrofizzate e sede di discarica, denuncia di Schermi
Attualità
0

Il consigliere, Giuseppe  Schermi chiede un intervento urgente mediante una nota inviata al sindaco, Cettina Di Pietro, al comandante dei vigili urbani, Antonio Barbera e al direttore del servizio di igiene e degli ambienti di vita dell’Asp, Vincenzo Ingallinella.

“Cosa è cambiato a distanza di un anno, quando l’Asp sollecitava interventi al Comune per l’evidente Eutrofizzazione delle saline Regina”? E’ quanto si domanda il consigliere comunale di Diems 25, Giuseppe Schermi, ricordando l’agosto dell’anno scorso “quando – dice – un incendio levava in aria una densa nube nera tra discariche di amianto nel campo ex container. Sembrerebbe che non sia successo niente e invece molto è successo. L’assessore all’Ambiente, Danilo Pulvirenti sì giustificò dicendo che occorresse attendere l’estate per ripristinare il ricircolo delle acque delle saline perché sì sarebbe disturbata la nidificazione di alcune specie di uccelli.

 

Da allora è successo che una mozione di Diems 25 venisse bocciata. È successo che un’altra mozione, per la bonifica straordinaria dell’area ex container venisse approvata all’unanimit  dal consiglio comunale, e che nel frattempo un decreto ministeriale sancisse la massima tutela direttamente in applicazione di norme europee. Nonostante ciò, però l’amianto è ancora lì, rimosso solo in parte, l’erba e i rovi sono  alti e ingialliti in attesa del sole d’estate e di una fiamma, così come le discariche sommerse nelle saline, arricchite da sacchetti di immondizia senza mastelli, lanciati impunemente su canali di scolo che senza alcun filtraggio scaricano direttamente dentro le saline.Ma come disse il consigliere Patti nel consiglio del 21 novembre scorso, non si parli di bomba ecologica perché gli uccelli migratori vi stazionano stabilmente. Con ciò dimenticando che gli uccelli stazionano stabilmente anche sopra le discariche di rifiuti. Contro tutto questo – conclude Giuseppe Schermi – ho presentato oggi richiesta di intervento urgente”

L’oggetto della richiesta sollecita un intervento per grave pericolo ecologico nelle Saline Regina e nell’ ex campo container. “Chiedo – si legge nella richiesta – un intervento immediato di bonifica dell’area ex campo container e di riattivazione del riciclo acque delle Saline regina per scongiurare sia la moria di pesci, per evidente eutrofizzazione, sia il rischio incendio come, peraltro, verificatosi lo scorso anno”. Le morie di pesci che avvengono periodicamente nelle saline potrebbero essere riconducibili, come è stato detto più volte da esperti e associazioni, dall’abbassamento della quantità di ossigeno nelle acque dovuto all’eutrofizzazione delle alghe nonché al ridotto scambio delle acque con il mare. Con la realizzazione del nuovo lungomare sono stati chiusi gli antichi canali e le bocche di mare che permettevano l’ingresso dell’acqua marina nei pantani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com