breaking news

Lentini | Villa Marconi, nuovo cippo commemorativo in ricordo dei lentinesi vittime di mafia

21 maggio 2018 | by Silvio Breci
Lentini | Villa Marconi, nuovo cippo commemorativo in ricordo dei lentinesi vittime di mafia
Attualità
0

Fatto realizzare dall’amministrazione comunale, sarà inaugurato domani alle 10 in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno organizzata dall’istituto comprensivo “Vittorio Veneto” in collaborazione con Libera.

Nuova stele per i lentinesi vittime di mafia. Sarà inaugurato domani, alle 10, a Villa Marconi, in occasione della Giornata della memoria e dell’impegno organizzata dall’istituto comprensivo “Vittorio Veneto” in collaborazione con l’associazione Libera, il nuovo cippo commemorativo che ricorda il sacrificio di tutti i lentinesi vittime di mafia fatto realizzare dall’amministrazione comunale.

Danneggiata quella collocata due anni fa. Due anni fa all’interno di un’aiuola di Villa Marconi fu inaugurata una targa in memoria di Filadelfo Aparo, Cirino Catalano, Carmelo Di Giorgio, Alfio Pisano e Francesco Vecchio, ma nella notte tra il 20 e il 21 ottobre 2016 fu distrutta e oltraggiata. L’amministrazione comunale ha adesso provveduto a ripristinarla, eseguendo anche un consistente restyling.

Il restyling. Lo staff del primo cittadino ha curato la fase della progettazione e della modellazione in 3D e ha coordinato le successive fasi di realizzazione. Il restyling è incentrato su una soluzione estetica artigianale ricca di riflessi che accomunano tradizione e modernità.

«Sorreggere la memoria». «Al manufatto che vuole sfidare il tempo – sottolinea il sindaco Saverio Bosco – è rimesso l’arduo compito di sorreggere la memoria del sacrificio di chi è rimasto vittima delle mafie».

Gli artigiani impegnati nella realizzazione. Alla realizzazione della targa commemorativa hanno collaborato, prestando la loro opera a titolo gratuito, diversi artigiani locali: Ivano Renna, giovane originario di Lentini oggi residente a Tremestieri Etneo, per le componenti materiche in vetro trasparente, sabbiato e colorato, e i lentinesi Adelfio Siracusano e Salvatore Marino, rispettivamente per la realizzazione del supporto in pietra per l’ancoraggio al terreno e per l’assemblaggio dei diversi elementi in sito.

“Insieme per non dimenticare. I colori della legalità”. Organizzata dall’istituto comprensivo “Vittorio Veneto” in collaborazione con l’associazione Libera, la manifestazione si svolgerà domani mattina, a partire dalle 10, e sarà aperta dalla dirigente Benedetta Liotta. “Insieme per non dimenticare. I colori della legalità” il tema della giornata che si svolgerà alla vigilia del 26° anniversario della strage di Capaci (avvenuta il 23 maggio 1992), in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com