breaking news

Augusta| Vicenda rimborsi agli amministratori. Replicano Canto e Caruso

Augusta| Vicenda rimborsi agli amministratori. Replicano Canto e Caruso
Politica
0

Arriva la replica alle dichiarazioni del consigliere comunale di Liberi e Uguali Giancarlo Triberio riguardanti il regolamento sulle missioni di amministratori, dirigenti e dipendenti del Comune di Augusta. A rispondere, con due distinte note, sono l’assessore al Bilancio e Tributi, Giuseppe Canto e il capogruppo del M5S, Mauro Caruso.

“A soli tre giorni dal vile gesto ai danni dell’auto del primo cittadino – scrive Canto registriamo l’ennesimo attacco frontale alla giunta municipale di Augusta del consigliere Triberio, il quale dimostrando per l’ennesima volta la sua totale inadeguatezza al ruolo istituzionale che ricopre, lancia accuse destituite di qualsivoglia fondamenta sia dal punto di vista politico che amministrativo. A nulla è valso l’invito del sindaco ad abbassare i toni per non generare, in alcuni soggetti, l’idea di farsi giustizia da soli. Entrando nel merito delle oramai solite illazioni lanciate da Triberio il quale è evidente che, pur di avere un po’ di visibilità,  legge e interpreta, a proprio uso e consumo, gli atti dell’amministrazione comunale – è necessario riportare la discussione nell’alveo della verità, spiegando, a chi imprudentemente straparla, che farebbe bene a tacere”.

Giancarlo Triberio

È evidente, secondo l’assessore Canto,  che il consigliere Triberio non accetta la nuova modalità di pagamento degli emolumenti agli amministratori e attacca questi ultimi senza sapere di cosa parla. “È altrettanto evidente – aggiunge l’amministratore – che continui a non farsene una ragione delle oramai datate chiarificazioni fornite. Adesso, sulla scia degli emolumenti, ci attacca anche in relazione al regolamento sulle missioni, pensato e lavorato al solo fine di regolamentare le missioni, i criteri generali e le modalità di rimborso delle spese di viaggio e soggiorno effettivamente sostenute dagli amministratori e dal personale dipendente e favorire così il contenimento delle spese evitando discrezionalità del passato. Peccato che il consigliere Triberio, ometta, volontariamente, di evidenziare questi ulteriori aspetti del deliberato regolamento.
Inoltre, visto che l’atto contestato colma una evidente lacuna normativa interna e che varrà anche per le future amministrazioni, il consigliere Triberio, per l’ennesima volta, ha perso un’occasione per tacere, tenuto ulteriormente conto che per decenni gli amministratori e figure varie della sua corrente politica hanno amministrato Augusta e speso somme per missioni istituzionali senza alcun criterio di spesa. Gli amministratori a oggi non hanno mai rendicontato alcuna spesa, laddove prevista dalla legge, e non si sono mai sottratti alla decurtazione del 30% degli emolumenti ritenendo che questo mandato sia una missione che va oltre la semplice soddisfazione economica,  che implica un grande sforzo personale per il bene comune, che ci auguriamo sia apprezzato e capito dalla cittadinanza prescindere dalle farneticazioni del solerte consigliere. Infine considerato che l’illuminato consigliere Triberio continua a parlare dietro una tastiera senza interlocuzione, lo invito ad un pubblico confronto per disquisire sugli argomenti che  così aspramente critica, consentendo una volta per tutte alla collettività di capire con chi parla, chi starnazza e che lancia solo accuse infamanti.

 

Alessandro Tripoli

Biagio Tribulato

Per mero scrupolo e correttezza, va evidenziato che anche i consiglieri Tripoli e Tribulato, senza nessuna remora, attaccano la Giunta municipale, farneticando sull’argomento. Senza entrare nel dettaglio delle nefandezze scritte, al fine di sgombrare il campo da ogni dubbio, estendo anche a loro l’invito al pubblico confronto, con la speranza che si ritorni alla realtà dei fatti”.

Per il consigliere Caruso, capogruppo della maggioranza:  “ancora una volta, la voglia di cercare le luci della ribalta da parte del consigliere Triberio, supera di gran lunga la sua conoscenza della macchina amministrativa e delle leggi che la regolamentano. “Da quando il Consiglio comunale si è insediato – dichiara Mauro Causo –  il nostro “intrepido consigliere” è riuscito nella difficile impresa di non azzeccarne una, neanche per sbaglio, e neanche quando il copione gli è stato suggerito da sceneggiatori più abili e scafati. Il bello è che, invece di perder tempo a scrivere comunicati roboanti quanto totalmente infondati, al nostro “intrepido Consigliere” sarebbe bastato leggere l’art.84 comma 3 del TUEL (Testo Unico Enti Locali) che regolamenta in maniera chiara ed inequivocabile la materia in oggetto. E magari integrare la lettura con la delibera n. 38/2016 della Corte dei Conti, in modo da poter avere magari un’idea, ancorché approssimativa, un pò più precisa dei termini della questione. Purtroppo la tentazione di fare demagogia spicciola supera sempre la pazienza che sarebbe necessaria per svolgere in maniera decente le proprie funzioni, soprattutto nel rispetto di chi gli ha dato il voto.

Ma il nostro “intrepido consigliere”, siamo abbastanza sicuri – prosegue Causo –  continuerà a percorrere questa strada, incurante del senso del ridicolo e di quanto offensivo sia il suo “ignorare” le leggi, nei confronti di tutti i cittadini che gli hanno dato, col loro voto, l’onore di rappresentarli nel civico consesso. Ovviamente, come c’era da aspettarsi, al nostro intrepido si sono accodati altri consiglieri che, non volendo essere da meno nella gara a chi la spara più grossa, e volendo dimostrare quanto ci tengono a fare demagogia invece che lavorare seriamente, hanno contribuito a diffondere altre falsità, alimentando ancora una volta un clima di odio che ha raggiunto ormai livelli parossistici. Invitiamo tutti a pesare meglio le parole e i comunicati, noi siamo stanchi di falsità montate ad arte solo per aizzare inconsapevoli concittadini che credono in buona fede a chi fa della disinformazione l’unico mestiere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com