breaking news

Siracusa| Oggi e domani congresso regionale di Geriatria

Siracusa| Oggi e domani congresso regionale di Geriatria
Sanità
0

Si sono aperti stamattina i lavori del congresso regionale di Geriatria al Parco delle Fontane di Viale Scala Greca. Studiosi e luminari si sono interrogati sulle potenzialità che tale disciplina deve sviluppare in modo da assurgere a “struttura complessa” nella sanità pubblica.

Al via i lavori del congresso regionale di Geriatria al Parco delle Fontane, un momento di riflessione per sottolineare il ruolo essenziale della Geriatria nel panorama della sanità pubblica in Italia e nel mondo alla luce dell’aumento esponenziale della popolazione anziana destinata ad aumentare. Esigenza inderogabile diventa potenziare tutte le strutture sanitarie che si occupano degli anziani nella fase acuta e nella fase post acuzie.

Ai lavori hanno preso parte i rappresentanti più significativi della Geriatria siciliana, un evento che ha dato lustro alla città di Siracusa e alla sanità siracusana, e di riflesso al raperto di Geriatria dell’Umberto Primo che, ancora una volta, ha avuto il piacere e l’onere di organizzare un congresso di tale portata.

Stamattina presente, tra gli altri, il prof. Mimmo Maugeri, decano della geriatria siciliana, già direttore dell’Isituto di Geriatria e Gerontologia dell’Università di Catania, e ancora il prof. Mario Barbagallo ordinario all’Università di Palermo, nonchè presidente europeo della società di Geriatria. I lavori hanno visto la partecipazione di studiosi di altre discipline in considerazione della esigenza di collaborazione tra più figure specialistiche per una risposta più adeguata alle esigenze di pazienti così complessi come quelli geriatrici, affetti per lo più da polipatologie.

“Da questo congresso è emersa chiara, ancora una volta, la necessità che il ruolo della geriatria deve assurgere ad una importanza sempre maggiore, – ha dicharato Alfio Cimino, responsabile di Geriatria all’Umberto Primo – è stata una occasione per mettere sotto riflettori il ruolo che questa disciplina deve svolgere nella sanità pubblica e come essa sia destinaa ad aumentare nei prossimi anni, considerato che oltre il 25% della popolazione è formata da ultra sessantacinquenni”.

“La volontà forte che emerge è quella di andare verso un rafforzamento delle strutture mediche, anche di geriatria, tale da poter far svolgere un ruolo di maggiore importanza grazie anche alla legge Balduzzi che prevede una “struttura complessa” di geriatria ogni 400 abitanti”. Un diritto, a questo punto, che andrebbe riconosciuto anche per la città di Siracusa : insomma, non una “forzatura” ma unicamente l’applicazione delle normative di legge.

Oggi pomeriggio il congresso regionale continua con altre sessioni durante le quali  verranno affrontate tematiche più disparate, come quelle cardiorespiratorie nell’anziano, nuove strategie terapeutiche nell’ambto della demenza, che aumenta in maniera esponenziale anche in provincia di Siracusa. Si parlerà di pazienti a fine vita e dei relativi trattamenti palliativi. Con la professoressa Ligia Dominguez  si è dscusso di esercizio fisico e benessere nell’anziano, di stile di vita sano ai fini di una vecchiaia più agevole possibile, “controllata e contollabile”.

Domani i lavori proseguono con altre relazioni, si parlerà di nuove strategie terapeutiche nel diabete, altro killer silenzioso tra gli anziani, di insufficienza respiratoria e della possibilità di offrire  nuovi metodi di terapia alternativa per gli anziani che non trovano posto nei reparti di rianimazione e terapia intensiva. Si ribadisce con l’intervento dei medici dell’ADI, assistenza domiciliare integrata, e RSA, l’essenzialità di una assistenza post ospedaliera adeguata e dignitosa da garantire a fasce sempre più importanti di popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com