breaking news

Augusta| Un investimento di 100 milioni per modernizzare, con una fermata, l’impianto Esso.

20 Settembre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Un investimento di 100 milioni per modernizzare, con una fermata, l’impianto Esso.
Attualità
0

Audizione di Sonatrach, Esso e sindacati in Commissione Attività produttive, soddisfazione del deputato  Cafeo. Un investimento di circa 100 milioni di euro è previsto per una grande fermata volta alla modernizzazione di tutto l’impianto.

Giovanni Cafeo, segretario della III commissione Attività produttive all’Assemblea  regionale siciliana e presidente dell’Intergruppo Federalista Europeo all’Ars riferisce di un incontro tenutosi ieri in Commissione. A essere ascoltati in audizione dalla commissione  Attività Produttive sono stati i vertici Sonatrach ed Esso, insieme alle rappresentanze sindacali di categoria.  “La convocazione, fortemente voluta  da me e dal presidente della commissione, Orazio Ragusa- dice Cafeo-  arriva a seguito di un preciso impegno assunto dopo aver appreso la notizia dell’acquisizione della raffineria Esso di Augusta da parte degli algerini di Sonatrach una trattativa che aveva sollevato dubbi nel metodo e nel merito ai quali, in buona parte, questo incontro sembra aver dato risposte”.

“È apparsa chiara infatti la volontà da parte di Sonatrach –continua Cafeo – non solo di mantenere in attività l’impianto, ritenuto strategico per la posizione e per la capacità di raffinazione, ma anche di voler garantire sia la forza lavoro attualmente presente sia il pieno rispetto delle prescrizioni in tema di emissioni volute dalla Procura della Repubblica di Siracusa, già in parte avviate nella precedente gestione Esso. L’ulteriore notizia di un investimento di circa 100 milioni di euro per una grande fermata volta alla modernizzazione di tutto l’impianto conferma, nonostante un atteggiamento del Governo non certo propositivo e privo di una visione a lungo termine, le intenzioni di Sonatrach di investire e di credere nel nostro territorio, tesi ulteriormente avvalorata dall’ipotesi di un trasferimento ad Augusta anche della sede centrale. Ovviamente – conclude l’On. Cafeo – seguiremo con attenzione il proseguo dell’intero passaggio oltre allo sviluppo del piano industriale, provando a facilitare il dialogo con il Governo”.

Appresa la notizia il consigliere comunale di Diems Augusta 1, Giuseppe Schermi stigmatizza il fatto che del piano industriale della Sonatrach, non si sia discusso in Aula e che l’amministrazione comunale preferisca non portare a Palazzo San Biagio le vere emergenze, come le questioni che riguardano il lavoro. “La notizia di una fermata da 100 milioni alla raffineria Esso arriva dall’audizione in Regione. A niente è servito il fatto che, oltre due quinti dei consiglieri comunali abbiano richiesto già il 12 maggio scorso la convocazione urgente del Consiglio per relazionare  sugli obblighi di bonifica e sul piano industriale. A niente è servito aver chiesto a giugno l’allargamento del punto all’ordine del giorno a tutto l’indotto e in particolare alla fallita Set Impianti. Forse avremmo dovuto mandare la richiesta direttamente alla Regione o alla Prefettura. Enti che hanno preso in carico le rispettive vertenze occupazionali.

Rimane – aggiunge Schermi – l’amara constatazione della seduta del Consiglio comunale di ieri, in cui un post sui social ha spinto il sindaco a proporre la pronta discussione quale punto  e immediatamente inserito dal presidente all’odg dal presidente del consiglio. Si dedurrebbe, quindi, che per discutere le vere emergenze di questa città, lavoro in primis, non bisogna indirizzare la richiesta al protocollo, da parte di due quinti dei consiglieri, ma piuttosto usare tag ritenuti dal destinatario degli stessi offensivi per ottenere la pronta attenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com