breaking news

Siracusa| Visita Mattarella in sordina, solo sorrisi di bimbi -Video

23 Settembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Visita Mattarella in sordina, solo sorrisi di bimbi<span class='video_title_tag'> -Video</span>
Cronaca
0

Visita presidenziale a Siracusa ma senza pubblico. Grande assente, la gente di Siracusa. Di primo pomeriggio, sotto il sole cocente, in una domenica sicuramente da riservare al mare e agli ultimi scampoli d’estate. E qualcuno parla di mancanza di orgoglio nazionale.

Nessuna bandierina o striscioni di “Benvenuto Presidente” sui balconi o lungo il percorso presidenziale tracciato dall’ingresso di Ortigia sino a piazzale Logoteta dove è stata scoperta la targa alla memoria del compianto presidente dell’Isisc Cherif Bassiouni, creatore dell’Istituto internazionale che da oltre 4o anni si occupa di giustizia penale internazionale e diritti umani.

Con rammarico è stata assai notata l’assenza del calore della gente. Balconi di Ortigia vuoti, terrazze deserte lungo tutto il percorso di Ortigia e sul piazzale dove si erge la vecchia Chiesa di San Francesco d’Assisi. Solo i “cecchini” appostati sui tutti degli edifici prospicenti. Tutto si è svolto serenamente e senza nessun intoppo. La macchina organizzativa ha funzionato bene nel pieno rispetto del rigido protocollo di Stato.

Grande assente, oltre alla gente, anche il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, rimasto a Palermo per motivi di salute, cosi ha fatto sapere in mattinata. Presenti deputati nazionali e regionali, tra questi Stefania Prestigiacomo e Giovanni Cafeo accompagnto dall’ex parlamentare democristiano Gino Foti.

Ad attendere all’ingresso dell’Istituto Internazionale di Scienze Criminali e Diritti Umani il Prefetto di Siracusa, Giuseppe Castaldo e il sindaco aretuseo Francesco Italia. Un rapido saluto alla sparuta folla, (a farsi sentire di più sono stati i bambini del quartiere che forse più di tutti hanno atteso con trepidazione il Presidente Mattarella), poi l’ingresso veloce nel salone delle conferenze per celebrare la memoria del celebre giurista Cherif Bassiouni. 

Tra i relatori Emma Bonino, Giovanni Maria Flick, già presidente emerito della Corte Costituzionale e ministro della Giustizia, Paola Severino, già ministro della Giustizia, la senatrice Emma Bonino, già ministro degli Affari Esteri e il professor John Vervaele, presidente dell’Associazione internazionale di diritto penale. A fare gli onori di casa l’attuale presidente dell’Istituto Internazionale Jean Francois Thony. A moderare gli interventi è stato il segretario generale Isisc Ezechia Paolo Reale. 

Momenti di commozione soprattutto durante la scopertura della targa alla memoria di Bassiouni scomparso il 25 settembre dello scorso anno, e la presenza della moglie arrivata appositamente dal Messico per presenziare alla cerimonia. A conclusione, i saluti altrettanto veloci con i pochi siracusani rimasti in attesa, quindi il rapido sfrecciare delle auto blu lungo via Maestranza alla volta di Catania.

foto antonio casciaro

Resta una immagine insolita per poche ore di permanenza del Presidente nel quartiere la Giuducca: strade, piazze, slarghi e vicoli senza macchine, nè piante, nè fioriere. Una immagine che ha fatto subito breccia tra i commercianti ed i residenti del vecchio quartiere ebraico che sognano ancora ad occhi aperti l’isola pedonale, quella vera però, non solo scrittà sui cartelli. Sono pronti a scommettere che senza “orpelli” la Giudecca potrebbe quadruplicare i loro incassi. “Qui i turisti non passano perchè la strada tra macchine e fioriere diventa impraticabile e angusta, troppo stretta. Si corre il rischio di essere investiti da motorini e macchine persino senza autorizzazione di transito. Ci vorrebbe un evento eccezionale al giorno”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com