breaking news

Augusta| Maritime Augusta, sabato l’appuntamento con l’esordio interno in serie A. Arriva l’Arzignano

Augusta| Maritime Augusta, sabato l’appuntamento con l’esordio interno in serie A. Arriva l’Arzignano
Sport
0

L’appuntamento con l’ora “X” è arrivato. Dopo una rapida ascesa, dalla Serie D alla Serie A, il Maritime Augusta è pronto a gustarsi il debutto interno in Serie A.

 

Sabato alle 16 arriva l’Arzignano, in una gara che ha tutti gli ingredienti per diventare una festa di sport. Una sfida tutt’altro che semplice, da prendere con le molle contro un avversario che non mollerà un centimetro, contando anche sull’esperienza dei propri giocatori.  In casa Maritime la settimana di allenamenti sta procedendo con regolarità, fra sedute in palestra e gli approfondimenti tattici dettati dal duo Cabral-Everton.

Sul fronte della rosa, sarà assente lo squalificato Caio.

Gara dal sapore particolare per Davide Spampinato, idolo di casa e augustano doc, fresco reduce dalla seconda convocazione in nazionale maggiore. “La seconda chiamata della nazionale, in occasione dell’amichevole disputata in Belgio – dice Spampinato – per me è motivo di orgoglio. Ho coronato un sogno, ma per riuscirci ho fatto tanti sacrifici: indossare quella maglia è un’emozione bellissima, spero di continuare così e di restarci. In nazionale si respira un clima particolare, non è facile arrivarci e guadagnarsi quella maglia; quando la indossi non conta più il nome che porti dietro, ma solo quella scritta Italia…”. Per il numero 7 del Maritime, c’è alle porte un altro appuntamento a lungo atteso. “Sono arrivato al Villa Passanisi in C1, poi abbiamo disputato due stagioni in B (nella seconda il cambio di denominazione in Maritime, nda) ed una stagione in A2. Aspetto il giorno del debutto del Maritime in A da ben quattro stagioni”. Spampinato ha già esordito nella massima serie, ben 12 anni addietro, in forza all’Asd Augusta 1986: “ritornare in A con il Maritime – sottolinea- sarà un’emozione bellissima. Sono sicuro che la città di Augusta ci starà vicino e verrà a sostenerci…”.

Giorni di attesa anche per Davide Putano che, reduce da un lungo infortunio alla caviglia, nella trasferta di Eboli è rientrato nei quattordici, tornando a respirare l’aria delle gare ufficiali. “Sono stato fuori dal campo per sette mesi, compiendo un lungo percorso fatto di tanto lavoro. Ho trascorso l’intera estate sottoponendomi a sedute di fisioterapia e nel corso del primo mese di preparazione mi sono allenato a parte fra piscina e palestra. Ora sto molto, molto meglio. Dalcin sta giocando benissimo e sta anche parando tutto, ma punto a tornare al massimo della forma e protagonista in campo”.

Putano la Serie A l’ha disputata e vinta, più volte, da primo attore; la sua è una visuale privilegiata per fare il punto sul processo di crescita del Maritime. “Il gruppo – dice – cresce bene, si sta amalgamando dato che sono arrivati molti nuovi giocatori: giorno dopo giorno, applichiamo al meglio i dettami di Cabral. Sono sicuro che il pubblico – chiude – non perderà l’occasione di venire a vedere la gara del ritorno in A: noi dovremo fare i conti con un  Arzignano che, fra le sue doti, ha certamente l’esperienza di alcuni elementi”. Il club veneto si presenta con zero punti e la voglia di muovere la classifica, il Maritime punta al bersaglio grosso per dare seguito al successo di Eboli. Fischio d’inizio alle ore 16. L’ingresso al palaJonio ai possessori di regolare biglietto o abbonamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com