breaking news

Augusta| Dal porto via le tende che hanno accolto i migranti

19 novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Augusta| Dal porto via le tende che hanno accolto i migranti
Attualità
0

L’area del porto che dal 2013 ha accolto i migranti è stata liberata per essere restituita alle attività commerciali dello scalo. A breve saranno rimossi anche i moduli abitativi collocati nello spazio destinato a ospitare il cosiddetto hot spot, che per scelta del governo nazionale non verrà realizzato.

A cura del Dipartimento regionale di Protezione civile, le tende che, all’interno del porto commerciale, erano destinate ad accogliere, esclusivamente per le operazioni di primo soccorso, gli immigrati sono state rimosse. La notizia viene resa nota  dal sindaco, Cettina Di Pietro che esprime soddisfazione perché quanto annunciato è ora un fatto concreto annunciando che si proseguirà, man mano, con l’eliminazione di tutte le altre strutture amovibili. “Ciò rappresenta qualcosa di veramente voluto – dichiara Cettina Di Pietro- per  cui mi sono spesa, con ogni forza, nell’interesse di Augusta, con tutti gli Enti e le Istituzioni competenti. Si chiude questo capitolo con l’impegno e l’auspicio che la vocazione commerciale dell’infrastruttura portuale possa trovare la giusta dimensione, determinando l’avvio di una nuova fase in cui il nostro porto possa affermarsi negli ambiti in cui merita e, non di certo, come porto di sbarco”.

L’aera sgomberata è quella allestita nel 2013 per far fronte al fenomeno dell’immigrazione nel momento in cui Augusta diventò meta di frequenti sbarchi ed è anche l’area commercialmente più appetibile, che ora tornerà a essere utilizzata per lo svolgimento delle attività portuali. Per quanto riguarda, invece, il piazzale che si trova a ridosso della sede dell’Autorità di sistema portuale del mare della Sicilia orientale, dove nei mesi scorsi era stata avviata la realizzazione del Cpsa (centro di primo soccorso e accoglienza) poi stoppata per scelta del governo centrale, il sindaco ha ricevuto rassicurazioni sulla prossima dislocazione in altra dei sede dei moduli abitativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com