breaking news

Siracusa| Marcia dei bimbi. Lo striscione “pro Riace” diventa un fatto politico

21 novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Marcia dei bimbi. Lo striscione “pro Riace” diventa un fatto politico
Politica
0

Lo striscione colorato “Noi siamo bambini di Riace” apparso ieri alla marcia dei diritti dell’Infanzia non è piaciuto nemmeno a Cantiere Siracusa nè a Progetto Siracusa. Gli scranni dell’opposizione chiedono l’immediata convocazione del sindaco Italia affinchè spieghi alla Città questo atto “inqualificabile”: “Utilizzare dei bambini inconsapevoli per propaganda politica”. Reale: “I bambini vanno tutelati”. Pronta replica del sindaco: “Quello striscione (che non è nostro) parla dell’uguaglianza dei bambini, articolo 3 della Costituzione”.

Cantiere Siracusa ha già pronta una mozione in merito alla marcia dei diritti dei bambini. “I bambini devono restare fuori dal dibattito politico e strumentalizzarli è un atto inqualificabile – dichiara Chiara Catera – Non si può sporcare un’iniziativa così importante come quella della “Marcia per i diritti del bambino” e sfruttarli, perché ignari di veicolare messaggi politici sugli striscioni”.

Indice puntato contro il sindaco Italia. “La compartecipazione all’iniziativa dell’Amministrazione comunale con “Città educativa” è certamente lodevole ma l’ingerenza politica è una chiara caduta di stile a cui non avremmo voluto assistere. Chiediamo che il sindaco venga in aula a fare chiarezza”.

Ezechia Paolo Eeale

Non voglio strumentalizzare questa questione, i bambini vanno tenuti fuori da ogni polemica. Cosi il consigliere comunale di Progetto Siracusa, Ezechia Paolo Reale – “Proprio i diritti dell’ infanzia, per cui si stava  marciando, comprendono soprattutto la difficoltà di essere bambino, l’esigenza della tutela da ogni eventuale strumentalizzazione da parte dell’adulto. Ognuno può pensarla come vuole sul caso Riace ma, certamente, è una questione divisiva, politica. Pertanto, non si possono coinvolgere degli ignari bambini. Peccato, è stato il neo di una manifestazione bella dedicata, tra l’altro, ad una persona che ha dato tantissimo per l’infanzia, Pino Pennisi”.

il sindaco Francesco Italia

“Interventi misurati quello di Reale – dice il sindaco Italia – ma nessuno fa caso che per la prima volta il Comune ha promosso una manifestazione di una settimana per i diritti dell’Infanzia? Tengo a precisare che nessuno della giunta ha realizzato striscioni. Che comunque voleva difendere i valori dei nostri valori cristiani e della costituzione. Striscione che non fa altro che sottolineare l’uguaglianza di tutti i bambini. Vero che, purtroppo, spira un vento di razzismo in tutta Italia ma è altrettanto vero che le nostre maestre, ricordiamolo, insegnano la solidarietà, l’inclusione ed il rispetto delle differenze ai loro alunni. A questo punto, che ben vengano striscioni come questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com