breaking news

Melilli| Italia Nostra&Ambiente: “Se lo conosci, lo tuteli”

27 Novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Melilli| Italia Nostra&Ambiente: “Se lo conosci, lo tuteli”
Attualità
0

X edizione SERR e scoperta dei tesori storico-naturalistici di Vendicari: il fitto calendario di IN Melilli. Weekend scorso intenso per la sezione Melilli di Italia Nostra.

Sabato scorso, in occasione della X edizione della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti (SERR), si è tenuto un incontro da Conchita Musumeci, esperta di Economia Ambientale, socia del Circolo di Legambiente Melilli e già consulente della Regione Toscana, e da Nella Tranchina, presidente di Italia Nostra Melilli, ha dato la possibilità di riflettere su come ridurre i rifiuti, quali beni acquistare e quali no (anche esplorando le varie dimensioni – economica, ambientale ed etica/sociale).

Obiettivo diventare consumatori responsabili. “È necessario che il tema della Riduzione dei Rifiuti diventi parte dello stile di vita di ciascuno di noi – afferma Nella Tranchina, presidente IN – sez. Melilli – non a caso il tema Occhio all’etichetta ci invita a diventare consumatori critici e attenti a quello che acquistiamo e alle alternative sul mercato, consapevoli che il cambiamento parte da ognuno di noi. Per questo motivo abbiamo pensato a un momento INformat(t)Ivo in cui, attraverso un approccio partecipato, abbiamo riflettuto sulle etichette dei prodotti: quali sono, come è possibile acquistare alternative non pericolose e quindi meno inquinanti, come smaltirli correttamente”.

Domenica scorsa, invece, la visita alla riserva di Vendicari, accompagnati dal prof. Carmelo Sgandurra dell’Associazione Acquanuvena di Avola, e dai volontari Ubaldo e Valentina Carbone e Francesco Muccio: una giornata dedicata alla natura, alla storia delle antiche tonnare che insistono sull’area, al birdwatching nei due pantani principali, Pantano Grande e Pantano Roveto. Nel pomeriggio, il vice presidente IN Giuseppe Immè ha condotto alla scoperta della Villa Romana del Tellaro che, inserita in una masseria settecentesca, è stata riportata alla luce da importanti lavori di recupero che hanno rivelato un importante tassello archeologico della storia siciliana del Basso Impero. “Italia Nostra ha lo scopo di tutelare il territorio e l’ambiente – ricorda Tranchina – possiamo farlo solo conoscendolo a fondo. Per questo motivo alterniamo attività di informazione e sopralluoghi: è la nostra mission”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com