breaking news

Lentini | Ospedale, grido d’allarme di Vinciullo: «No al declassamento»

5 Gennaio 2019 | by Silvio Breci
Lentini | Ospedale, grido d’allarme di Vinciullo: «No al declassamento»
Sanità
2

Accorato invito alla mobilitazione a difesa della sanità pubblica siracusana. Con la nuova rete ospedaliera la provincia perde pezzi. La Regione torni sui suoi passi. Il declassamento dell’ospedale di Lentini a ospedale di base «tra le più eclatanti e nefaste previsioni».

Vinciullo rompe il muro del silenzio. Vertice a Lentini. Dopo l’approvazione, da parte del governo regionale, della nuova rete ospedaliera che vede la provincia di Siracusa perdere pezzi (35 fra Unità operative semplici e complesse e ovviamente un certo numero di posti letto), oltre che rilevanza e competenze, l’ex parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo ha voluto rompere il muro del silenzio tenendo ieri sera a Lentini una conferenza alla quale hanno partecipato cittadini e dirigenti politici locali. Numeri alla mano, Vinciullo si è soffermato sui riflessi negativi che le scelte politiche regionali avranno sul territorio in termini di servizi sanitari.

Sbagliato declassare l’ospedale lentinese. Durante l’incontro è stato affrontato il tema relativo al declassamento dell’ospedale di Lentini a ospedale di base e alle ripercussioni negative che si avranno in tutta la provincia. «L’ospedale di Lentini – ha detto Vinciullo – è oggi fra i più attivi e funzionali in tutto il territorio siciliano e non si spiega il motivo di una scelta che lo declassa a ospedale di assoluta periferia, nonostante sorga sulla costruenda autostrada Catania-Lentini-Ragusa».

La Regione torni sui suoi passi. Nel corso dell’incontro è stata più volte richiamata la necessità che il governo regionale torni sulle proprie posizioni e che la provincia di Siracusa venga trattata come quella di Ragusa dove, con 80 mila abitanti in meno rispetto a Siracusa, vi sono ben tre ospedali di primo livello contro i due di Siracusa. Nel chiedere l’equiparazione a Ragusa, è stato denunciato il tentativo di limitare le potenzialità dell’ospedale lentinese, in quanto la competenza di medici e personale sanitario infastidisce evidentemente la vicina Catania che perde utenze proprio a causa dell’efficienza dell’ospedale lentinese.

«Tra le più eclatanti e nefaste previsioni». «Nonostante già lo scorso luglio avessi lanciato un segnale d’allarme – ha sottolineato Vinciullo – nessuna forza politica, sindacale e sociale ha ritenuto di porre la giusta attenzione sulla questione e oggi assistiamo all’impoverimento di quanto realizzato grazie ai sacrifici e alle battaglie intraprese negli anni». Secondo Vinciullo quella del declassamento dell’ospedale di Lentini a ospedale di base è «tra le più eclatanti e nefaste previsioni contenute nella nuova rete ospedaliera approvata dalla Regione». Previsione, ha spiegato ancora l’ex parlamentare regionale, che comporterà l’assenza del reparto di rianimazione, l’assenza di unità operative semplici e complesse e di conseguenza il progressivo svuotamento di servizi e assistenza ai pazienti a tutto vantaggio delle strutture catanesi.

Bilancio in attivo, dunque decisione irragionevole. «In sostanza – ha detto – l’ospedale di Lentini, che oggi garantisce competenze altamente specialistiche, assistenza e servizi efficienti, sarà equiparato, anche nonostante la sua posizione estremamente strategica, a un piccolo ospedale di provincia al quale si potrà ricorrere solo in situazioni ordinarie. Una decisione che appare ancora più irragionevole se si considera che l’ospedale di Lentini ha il proprio bilancio in attivo e produce un utile di circa 5 milioni di euro l’anno».

Un comitato per non sprecare anni di battaglie e di conquiste. «Occorre pertanto – ha concluso Vinciullo – mobilitarsi e sensibilizzare la collettività per intraprendere ogni iniziativa utile a tutelare gli attuali livelli di assistenza sanitaria, chiedendo con forza che venga riconosciuto alla provincia di Siracusa il ruolo che ha conquistato in anni di impegno e sacrifici». I partecipanti all’incontro hanno deciso di costituirsi in comitato aperto all’adesione dei cittadini, delle associazioni, delle forze politiche di qualsiasi estrazione, dei sindacati e di quanti intendano condividere una battaglia a tutela della sanità pubblica nella provincia di Siracusa.

© Riproduzione riservata

2 Comments

  1. Salvo 5 says:

    Ma quale mente non certo tanto a posto puo’ partorire l’idea del declassamento dell’ospedale di Lentini che e’ una eccellenza sanitaria dove operano medici di alto profilo e professionalmente capaci.
    Spero vivamente sia una bufala!
    Ed evitare campanilismi che non fanno affatto bene alla salute dei cittadini.

  2. Sebastiano 41 says:

    Dovrebbero insorgere tutte le sigle sindacali di tutte le categorie di lavoratori e semplici cittadini con rivolta collettiva,anche al fine di tutelare la salute dei cittadini in un territorio per lunghi anni abbandonato all’inquinamento industriale e compiacere al politico di turno e agli industriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com