breaking news

Avola| Violenza minore. Don Fortunato: “Azioni, purtroppo, che si consumano nel silenzio”

10 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Avola| Violenza minore. Don Fortunato: “Azioni, purtroppo, che si consumano nel silenzio”
Cronaca
0

Reazioni dolorose e di rabbia ad Avola in queste ore. La notizia dell’orco che avrebbe abusato fisicamente della dodicenne con disagio mentale, aggravante per l’uomo, il vicino di casa, ora in carcere, ha colpito naturalmente anche gli enti preposti alla tutela dei minori in pericolo. Tra questi, Meter onlus, Associazione a tutela e difesa dell’infanzia fondata da don Fortunato Di Noto che ha sede in Avola, città dove, tra l’altro, si sono verificati i fatti.

“Apprendere che proprio nella mia città un adulto è stato arrestato oggi dai carabinieri per aver abusato sessualmente di una minorenne con ritardo mentale mi dà profonda amarezza, costernazione e preoccupazione per quanto accaduto a danno della minore- dichiara Don Fortunato Di Noto, presidente e fondatore di Meter che aggiunge: “Seguiremo attentamente l’evolversi dell’iter giudiziario che la triste vicenda comporta, assicuro la vicinanza alla minore e alla famiglia della stessa, plaudo all’azione investigativa dei carabinieri che con profonda attenzione hanno seguito il caso per garantire sicurezza e protezione”.

Nel ricordare che Meter da sempre, non solo nella città di Avola, ma a livello nazionale ed internazionale sta dalla parte dei bambini richiama all’attenzione, qualora si verificassero o si venisse a conoscenza di abusi su minori, di segnalare e denunciare i fatti: “non è solo un atto civile – come ricorda Don Fortunato – ma un grande atto di amore per un infanzia che spesso è estremamente esposta a queste azioni che si consumano nel silenzio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com