breaking news

Carlentini| Dacia Maraini incontra gli alunni del Carlo V

9 Febbraio 2019 | by Michela Italia
Carlentini| Dacia Maraini incontra gli alunni del Carlo V
Cultura
0

Seconda tappa del progetto Libriamoci. Al Polivalente di Carlentini, alla presenza del Sindaco Giuseppe Stefio e della dirigente dell’Istituto Comprensivo Carlo V prof.ssa Grazia Anna Meli, si è tenuto l’incontro con la scrittrice Dacia Maraini

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto nazionale Libriamoci che ha come referente in loco la prof.ssa Laura Capodicasa. Dopo i saluti ufficiali la scrittrice si è intrattenuta a dialogare col giovane pubblico in sala. Molte le domande degli alunni che, con curiosità e competenza, hanno dimostrato di aver apprezzato le parole dell’autrice.

Si è parlato di “Tre donne” libro edito da Rizzoli, un romanzo che vede l’amore e il disamore (come specificato nel sottotitolo), la storia di tre generazioni a confronto: nonna Gesuina, mamma Maria e la figlia Lori. Tre donne, appunto, diverse che raccontano in modo personale la loro vita fatta di gioie e drammi. Giardina Giada, studentessa del plesso di Pedagaggi, le chiede perché nel suo libro faccia riferimento ai quadri di Van Gogh. L’autrice comincia un volo pindarico che parte dalla bellezza dell’Olanda per arrivare alle patate così presenti nei quadri del famoso fiammingo.

Patate bitorzolute e sporche, sinonimo di una povertà vissuta in Europa. In Europa si emigrava, come si emigrava in Italia, verso terre più accoglienti. Inevitabile il confronto con la situazione attuale. “I popoli non si possono fermare” Afferma la Maraini: “Al massimo si possono guidare.” Dopo queste parole si alza un fragoroso applauso da parte degli studenti in segno di approvazione. Lucia Ganci le chiede perché in questo libro ci siano solo madri e nessun padre. L’autrice dichiara che la sua non è stata una scelta di genere ma confessa che sua madre ha cresciuto tre figlie da sola perché suo padre scelse di andare via.

La Maraini non si risparmia e racconta pezzi della propria vita interessandosi al futuro dei suoi giovani lettori. Li incoraggia a perseguire i loro sogni con passione e tenacia. L’incontro, organizzato da Demea Cultura nella persona del frizzante Antonio Oliveri, è il secondo di un ciclo di tre iniziato con l’autrice siciliana Catena Fiorello che vedrà in conclusione la scrittrice Lia Levi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com