breaking news

Melilli | Un apostolo del nostro tempo, la figura e l’opera di mons. Cataldo Naro

11 Febbraio 2019 | by Silvio Breci
Melilli | Un apostolo del nostro tempo, la figura e l’opera di mons. Cataldo Naro
Cultura
0

Venerdì nell’aula consiliare la presentazione del libro di Enzo Sardo sul compianto arcivescovo di Monreale, mons. Cataldo Naro, che era stato ordinato sacerdote dal vescovo augustano mons. Alfredo Maria Garsia.

La presentazione e gli interventi. “Monsignor Cataldo Naro. Un apostolo del nostro tempo”. È il titolo del libro di Enzo Sardo che sarà presentato venerdì, alle 17.30, nell’aula consiliare con il patrocinio dell’amministrazione comunale e del Movimento Cristiano Lavoratori. Dopo i saluti del sindaco Giuseppe Carta, del parroco della Basilica di San Sebastiano, don Giuseppe Blandino, e di don Massimo Naro, docente alla Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia e fratello di mons. Cataldo Naro, la presentazione del volume sarà affidata all’on. Decio Terrana, componente dell’esecutivo nazionale del Movimento Cristiano dei Lavoratori. Sono anche previsti gli interventi di Margherita La Rocca, presidente della Commissione parlamentare siciliana sulla salute, e di Salvatore Cardinale, presidente emerito della Corte d’Appello di Caltanissetta. Il volume di Enzo Sardo racconta la vita e le opere di mons. Cataldo Naro e ne ricostruisce il suo percorso spirituale, culturale e intellettuale utilizzando in parte anche alcuni suoi scritti.

La figura di mons. Cataldo Naro. Nato a San Cataldo nel 1951 e ordinato sacerdote il 29 giugno 1974 dal vescovo Alfredo Maria Garsia, mons. Naro fu arcivescovo di Monreale dal 2002 fino al giorno della morte, avvenuta il 29 settembre 2006. A Caltanissetta fu direttore dell’Archivio storico diocesano e preside dell’Istituto teologico «Mons. Guttadauro», presso cui fu pure docente di storia ecclesiastica. Contemporaneamente insegnava anche a Palermo nella Facoltà Teologica di Sicilia. Di questa fu preside dal 1996 al 2002. Nel 1983 fu tra i fondatori del Centro Studi Cammarata di San Cataldo, che diresse per vent’anni. Dal 1997 al 2002 fu consulente del Servizio nazionale per il Progetto culturale della Conferenza episcopale italiana. Dal 1998 al 2004 fu membro del consiglio d’amministrazione del quotidiano Avvenire. Fu anche membro del comitato scientifico delle Settimane Sociali. Negli anni dell’episcopato fondò a Monreale il Centro Studi Intreccialagli e fu, a livello regionale, il delegato della Conferenza episcopale siciliana per l’Educazione cattolica, la cultura, la scuola e l’università. A livello nazionale fu presidente della Commissione episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali e vicepresidente del Comitato preparatorio del IV Convegno ecclesiale tenutosi a Verona. Numerose le sue pubblicazioni – libri, saggi, articoli in dizionari storici e in riviste specializzate – sul movimento cattolico, sulla storia della spiritualità e su altri aspetti socio-religiosi della storia della Chiesa siciliana e italiana. Nel 2005 avviò un progetto pastorale nel territorio della diocesi di Monreale su “Santità e legalità” per un impegno cristiano di resistenza alla mafia.

GUARDA LA LOCANDINA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com