breaking news

Siracusa | Ospedali da potenziare, l’Ars vota un ordine del giorno di Forza Italia

15 Febbraio 2019 | by Silvio Breci
Siracusa | Ospedali da potenziare, l’Ars vota un ordine del giorno di Forza Italia
Sanità
1

L’ordine del giorno impegna il governo regionale a valutare la riclassificazione e il potenziamento degli ospedali di Siracusa, Lentini, Avola-Noto e Augusta.

Le parole di Rossana Cannata. «Dopo una maratona notturna terminata intorno alle 7.30 di questa mattina, l’Assemblea regionale siciliana ha varato la Finanziaria. Una notte intensa, ma si è arrivati all’obiettivo». Così, in una nota, la deputata regionale Rossana Cannata. «Al termine della seduta – spiega la componente della commissione Attività produttive – sono stati recepiti dal governo regionale gli ordini del giorno, tra cui uno relativo alla sanità siracusana sulla classificazione del nuovo ospedale di Siracusa come presidio di secondo livello dell’area Sud-Est con popolazione di oltre 700 mila abitanti (provincia di Siracusa e Ragusa), richiedendo la previsione di tutte le branche specialistiche previste per la tipologia di nosocomio. Inoltre – prosegue – nella stessa mozione si richiede di valutare la riclassificazione dell’ospedale di Lentini in primo livello e di potenziare l’ospedale riunito di Avola-Noto, considerando anche la possibilità di un aumento dei posti letto complessivi e nuove branche specialistiche. Mentre per la sanità megarese il governo si impegnerà ad attivare tutte le branche oncologiche previste nel presidio ospedaliero di Augusta».

Le parole di Stefania Prestigiacomo. Sull’ordine del giorno votato dall’Ars interviene la deputata nazionale Stefania Prestigiacomo. «L’ordine del giorno sulla sanità siracusana predisposto da Forza Italia, presentato dal capogruppo Giuseppe Milazzo e accolto dal governo – sottolinea la Prestigiacomo – rappresenta un primo passo avanti verso la correzione dell’ipotesi di rete ospedaliera. Confidiamo che i sindaci della provincia, a partire da quello di Siracusa Francesco Italia, e le altre forze politiche facciano propria una battaglia che riguarda tutti i cittadini del siracusano e il loro diritto a una sanità vicina, efficiente e dotata di tutti i presidi specialistici per i quali oggi l’utenza della Sicilia sud-orientale è costretta a recarsi a Catania, dove sono stati concentrati i tre ospedali di secondo livello di tutto il bacino. L’invito al governo a individuare il nuovo ospedale di Siracusa come presidio di secondo livello, assicurando la previsione di tutte le branche specialistiche, a definire l’ospedale di Lentini come presidio di primo livello, a potenziare l’ospedale di area Avola-Noto e ad attivare le branche oncologiche previste e mai avviate nel nosocomio di Augusta – conclude la Prestigiacomo – rappresenta un punto fermo su cui la collettività siracusana, e segnatamente le organizzazioni sindacali degli addetti alla sanità, non possono fare passi indietro. Forza Italia in questa battaglia non cerca meriti ma alleanze».

One Comment

  1. Celia says:

    Io sono Lentini, mi tatarabuelo es Sisiliano, yo vivo en España, Islas Canarias. él se llamaba Lentini Massini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com