breaking news

Augusta| Consiglio convocato dal commissario ad acta approva consuntivo 2016.

22 Febbraio 2019 | by Redazione Webmarte
Augusta| Consiglio convocato dal commissario ad acta approva consuntivo 2016.
Politica
0

Il Consiglio comunale ha approvato, ieri, il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2016. La seduta è stata convocata dal commissario ad acta, Angelo Sajeva al quale il 19 ottobre 2018 è stato affidato dalla Regione anche il compito di seguire l’iter relativo al consuntivo 2016 e al preventivo 2017, che si aggiunge al commissariamento avvenuto a settembre con per il rendiconto 2017 e preventivo 2018.

La seduta di Consiglio comunale di ieri sera, presieduta dal presidente Sarah Marturana, convocata dal commissario ad acta, Angelo Sajeva, con all’ordine del giorno un unico argomento: quello dell’approvazione del conto consuntivo 2016, si è aperta con l’intervento di Francesco Lombardo, responsabile del settore Economico – finanziario, il quale ha ripercorso l’iter iniziato il 30 luglio 2015 con la dichiarazione dello stato di dissesto finanziario, che ha portato poi il Comune alla redazione di un bilancio stabilmente riequilibrato, che è lo strumento finanziario di cui devono dotarsi gli Enti locali in dissesto. I lavori sono proseguiti con la lettura del parere della commissione competente, presieduta da Marilena Russo. Favorevoli i pareri del collegio dei revisori dei conti e della commissione Finanze. In aula presente l’assessore al Bilancio, Giuseppe Canto, il quale, però, non ha espresso parola.

Il capogruppo del M5S, Mauro Caruso ha stigmatizzato il trend di indebitamento degli anni passati ed evidenziato che l’attuale amministrazione ha sanato in parte il bilancio. “Il consuntivo che non è altro che lo specchio del preventivo dello stesso anno – dichiara Caruso – fotografa il risultato registrato nel risanamento dei conti. Non vogliamo puntare il dito su nessuno, ma la mancanza di coesione tra i reparti ha rallentato l’attività. Siamo ben lontani dal recupero delle potenziali evasioni, anche se per le entrate tributarie la situazione è leggermente migliorata. I revisori dei conti hanno suggerito una maggiore collaborazione dei settori comunali, mettendone in luce la scarsa comunicazione tra essi, che porta a svolgere gli atti con notevole ritardo. Occorre verificare e vigilare affinché tutti gli utenti paghino le tasse; ne beneficerebbe certamente il Comune e di conseguenza la città. Abbiamo avuto cura di segnalare l’ostruzionismo su collaborazione e tempistica e anche per il previsionale 2019 -2020 si preannunciano ritardi. Ritardi che non si possono più tollerare, un immobilismo contabile a scapito dei servizi forniti ai cittadini. Dunque per Caruso: bilanci celeri e lotta all’evasione “per scovare quei furbetti – conclude il capogruppo della maggioranza – che ridono alle spalle di chi invece versa con regolarità i tributi. Informare il commissario ad acta dei ritardi che impediscono un solerte allineamento dei bilanci”.

Ha preso poi la parola il consigliere di opposizione Salvatore Aviello di Territorio Unito: “è sconcertante ascoltare relazione della commissione consiliare e del capogruppo del M5S che dipinge una macchina amministrativa – burocratica quasi inesistente. Voglio sperare che non ci siano lacune da un punto di vista di professionalità a competenze, altrimenti sarebbe difficile lavorare per la città. Esorto l’amministrazione comunale a far funzionare gli uffici premiando chi lavora e punendo chi non collabora, non lavora e non fa il proprio dovere. Non siamo in una ditta privata, ma in un ente pubblico. Questo è un argomento che non può chiudersi in questo Consiglio comunale e in questa giornata. Bisogna convocare al riguardo una riunione dei capigruppo. Cercare di risolvere immediatamente questo problema per il bene della città e degli augustani tutti.

Si è proceduto infine alla dichiarazione di voto: il consigliere Giancarlo Triberio ha votato contrario sottolineando che la seduta è stata convocata dal commissario ad acta: “perché – dichiara il consigliere di Articolo Uno – questo come altri bilanci non sono stati portati in Aula e la città soffre. Riconosco al capogruppo l’onestà intellettuale e la responsabilità che si è assunto di dire come stanno le cose accusando il secondo settore Affari legali che con un sindaco avvocato non si riesce a far funzionare. Ma se gli uffici non collaborano, l’amministrazione cosa ha fatto? Non siamo al primo anno di mandato fra poco diventerete voi la scorsa amministrazione. Potremmo a breve essere commissariati per il bilancio 2019 a spese dei cittadini. Il giudizio su questo consuntivo è di capire quali servizi abbiamo dato alla comunità. Ogni cittadino sa che la città langue sotto tutti gli aspetti. Al di là delle colpe date agli uffici, sono gli amministratori a gestirli. Io voto con un No a questo consuntivo e se anche il Consiglio verrà sciolto io non sono legato alla poltrona: state riducendo il Consiglio comunale a un passa carte di questa amministrazione.

Aviello ha comunicato che il gruppo misto si astiene non ritiene di votare contro, ma non può neanche approvare l’atto: “in questo momento la responsabilità è dell’amministrazione 5 Stelle”. Caruso a nome del gruppo consiliare pentastellato nel premettere il coraggio avuto nella denuncia della situazione degli uffici, vota favorevole.  Il rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2016 è stato approvato con 16 voti favorevoli (quelli della maggioranza), 2 contrari (Giancarlo Triberio e Salvatore Errante di Augusta 2020) e 3 astenuti (Salvatore Aviello e Irene Sauro di Territorio Unito e Alessandro Tripoli del Pd)

GUARDA IL CONSIGLIO COMUNALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com