breaking news

Siracusa| Chiusura reparti Noto. Interviene la Cisl

28 Febbraio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Chiusura reparti Noto. Interviene la Cisl
Sindacale
0

Sanzaro (segretario generale della UST) e Passanisi (FP Ragusa Siracusa): “serve subito un confronto con il sindacato per cercare di individuare le soluzioni, se del caso anche attraverso la sensibilizzazione del Governo regionale, ad una problematica di grande rilievo e di forte impatto sulla collettività e sui lavoratori, anche per scongiurare il rischio che una situazione contingente e temporanea possa tramutarsi nel presupposto di una chiusura definitiva”.

 

La chiusura della UOC (Unità Operativa Complessa) di Ostetricia dell’Ospedale Avola – Noto provoca chiaramente una profonda ferita alla garanzia del relativo servizio sanitario di assistenza per i cittadini della  zona sud della provincia di Siracusa che ne vengono privati in maniera così repentina. “È proprio l’immediatezza dell’azione, senza nessun campanello di allarme, che ci suscita la perplessità di un atto così rilevante – commentano il segretario generale della UST Paolo Sanzaro e della FP Ragusa Siracusa Daniele Passanisi – Non poniamo dubbi sulla necessità di dover ricorrere alla chiusura del reparto al fine di  garantire la sicurezza delle nascite, ma ci appare altrettanto scontato che serve subito un confronto con il sindacato per cercare di individuare le soluzioni, se del caso anche attraverso la sensibilizzazione del Governo regionale, ad una problematica di grande rilievo e di forte impatto sulla collettività e sui lavoratori, anche per scongiurare il rischio che una situazione contingente e temporanea possa tramutarsi nel presupposto di una chiusura definitiva.

L’eventuale trasferimento dei lavoratori all’Ospedale “Umberto I” va discusso,- aggiungono i due segretari – perché è impensabile che nonostante la nuova realizzazione dei locali dell’equivalente servizio quest’ultimo possa sopperire alle richieste di parto, e non solo, con la semplice aggiunta di qualche unità di personale.

La questione è urgente e per questo stiamo provvedendo ad avanzare all’Amministrazione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa istanza di convocazione per un confronto indispensabile per porre rimedio ad una emergenza che, stante l’esito della programmazione strategica, evidenzia l’inconfutabile esigenza di una forte assunzione di responsabilità, non ultima della Politica.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com