breaking news

Siracusa| Tavolo in Prefettura su Ias: individuate possibili soluzioni.

Siracusa| Tavolo in Prefettura su Ias: individuate possibili soluzioni.
Attualità
0

Confronto sulla nota vicenda relativa al sequestro degli impianti Ias nel corso di una riunione, convocata dal prefetto Luigi Pizzi, che si è svolta in Prefettura, tra rappresentanti dell’assessorato regionale alle Attività produttive, dei Comuni di Siracusa, Melilli, Priolo, dell’Ias, dell’Irsap, di Confindustria e del Consorzio Asi.

Incontro in Prefettura per trovare soluzioni alla vicenda Ias. I partecipanti al tavolo hanno convenuto sulla necessità di scongiurare un’eventuale fermata degli impianti. Gli amministratori dell’Ias si sono impegnati a realizzare tutte le attività di progettazione  fino al progetto definitivo necessario a ottenere autorizzazioni propedeutiche all’avvio  della successiva fase esecutiva degli interventi richiesti dall’autorità giudiziaria.

Il rappresentante dell’assessorato regionale alle Attività produttive ha assunto l’impegno di verificare la possibilità di reperimento, da parte degli organi politici della Regione, delle risorse necessarie per la realizzazione degli interventi sugli impianti, per un ammontare pari a 12 milioni di euro.

Il presidente di Confindustria, a nome delle aziende interessate socie dell’Ias, ha manifestato la disponibilità ad erogare le risorse necessarie, a condizione che gli interventi vengano effettuati sotto la loro vigilanza e che, il bando di gara, già emanato dall’Irsap, per l’affidamento della gestione dell’impianto, allo stato attuale a cura dell’Ias, venga revocato o, quantomeno, sospeso.

I rappresentanti dell’Irsap, a loro volta, si sono impegnati a verificare, alla luce del sopravvenuto sequestro giudiziario, le modalità giuridicamente più corrette per procedere alla sospensione del bando, ovvero a una proroga dei termini dello stesso. Il rappresentante del governo regionale, inoltre, riferirà gli esiti del tavolo al presidente Nello Musumeci assicurando che, entro il termine fissato dalla Procura della repubblica, del 23 marzo prossimo, verrà convocato un ulteriore incontro per individuare le soluzioni praticabili e le possibili fonti di finanziamento da sottoporre all’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com